Gossip News » Primo Piano » Marra furibondo: “YouTube censura lo spot con Ruby”, il VIDEO

Marra furibondo: “YouTube censura lo spot con Ruby”, il VIDEO

RUBY RUBACUORI – YouTube blocca il video promozionale della campagna pubblicitaria del libro pubblicato da Alfonso Luigi Marra, “Il Labirinto femminile“, spot in cui figura l’intraprendente Ruby Rubacuori.

Nella clip di due minuti, la spregiudicata marocchina coinvolta nello scandalo Bunga Bunga, cerca di invitare un improbabile pubblico ad acquistare l’ultima fatica letteraria dell’avvocato Marra, da sempre impegnato contro il “signoraggio bancario”.

Emergenza democraticaaaaaaaaa, il servizio di hosting ci ha cancellato tutti i contenuti!” tuona l’avvocato, secondo il quale sarebbe proprio la sua nota azione contro le banche ad aver fatto scattare il blitz mediatico che ha portato YouTube a oscurare 60 video della sua organizzazione: “Fermiamo le banche“.

Sempre secondo quanto riportato da Marra:

il blocco è avvenuto verso le 17 (ora italiana) del 15 febbraio 2011, mentre, nel mondo, stavano scaricando il video di Ruby (ma anche gli altri), da YouTube, centinaia di migliaia di persone e di organizzazioni al giorno“.

Lo scrittore poi prosegue affermando:

un abuso dovuto al fatto che il tema di fondo dei video di Ruby è il signoraggio bancario primario e secondario, di cui, nel video in italiano, le faccio dire che «è la radice del male», sicché youtube ha fatto sparire il canale FermiamoLeBanche“.

Un  sempre più inviperito Marra ne approfitta per farsi un pò di pubblicità gratuita, descrivendo con dovizia di particolari il tema del suo parto letterario.

Il signoraggio  consiste nel fatto che le banche centrali, dalla Banca Centrale Europea alla Federal Reserve, sono private e stampano i soldi – incredibilmente da proprietarie – al solo costo della carta e dell’inchiostro, per poi venderli, al valore facciale, agli Stati, che glieli pagano con i buoni del tesoro, creando così, attraverso questa attività gravemente illegale, il debito pubblico“.

Niente paura però per il booktrailer di Ruby, il video è stato poi prontamente ricaricato da fedeli utenti, ma “per lo più incompleto, quasi mai nella versione che reca di lato la scelta tra le 9 lingue, o in forma di parodie”.

In ultimissima battuta l’indomito Marra rivela che Ruby registrerà un altro video che vedremo a inizio marzo, video al quale lui stesso sta lavorando alacremente. Si tratterà di uno spot molto lungo, forse di 5 o 10 minuti, in cui l’avvocato chiarirà definitivamente la propria posizione in merito al tema che gli sta tanto a cuore.

E sul perché lui scelga sempre personaggi noti risponde:

“Ho bisogno di personaggi conosciuti in tutto il mondo perché, nonostante in Italia nessuno ha l’onestà di scriverlo, all’estero i miei video, che sono tradotti in nove lingue, stanno ricevendo una grande attenzione. Si tratta di una lotta internazionale, al momento credo che Ruby sia un personaggio notissimo anche all’estero, perfetto per promuovere la mia tesi. Che spaventa il vero Potere“.

In attesa della prossima performance del duo Marra- Ruby vi regaliamo una delle versioni sopravvissute all’eccidio…ma fino a quando?.