Gossip News » Primo Piano » Flavia Vento condannata per diffamazione contro Monica Cirinnà

Flavia Vento condannata per diffamazione contro Monica Cirinnà

FLAVIA VENTO – Doccia fredda per Flavia Vento. Come riporta Monica Cirinnà, all’epoca (2008) delegata per i diritti degli animali:

Il giudice della X sezione penale, Roberta Conforti ha ritenuto colpevole Flavia Vento, per le ingiurie e le diffamazioni indirizzate alla mia persona. Alla richiesta del Pm relativa alla concessione delle attenuanti generiche e ad un mese di reclusione più 500 euro di multa, il giudice, visti gli artt.533-535 c.p.p. e concesse le attenuanti generiche e l’attenuante di cui all’art. 62 cp equivalenti alla contestata aggravante, ha condannato l’imputata alla pena di euro 300 di multa, oltre al pagamento delle spese processuali”.

Il caso risale a qualche tempofa, quando, dopo aver visitato un canile della Muratella Flavia Vento aveva scritto sul suo blog che, secondo il suo parere, Cirinnà aveva “indirizzato i soldi raccolti per fini pubblici all’acquisto personale di borse e pellicce”. Grande infamia di cui la diretta interessata si era assai risentita, nonostante successivamente Flavia Vento avesse cancellato il post sul blog.

La Vento poi aveva riferito di aver scritto il messaggio di getto, in un momento di grande rabbia e dopo aver visto coi suoi occhi le “terribili condizioni dei cani rinchiusi”.

Come accade spesso con internet il post, benché rimosso era arrivato alle orecchie di molte persone e Cirinnà aveva dovuto rispondere dell’accaduto con diversi interlocutori, tra cui l’allora sindaco Walter Veltroni.

Nonostante la sentenza Monica Cirinnà intende proseguire con le azioni legali contro Flavia Vento.

“Farò sicuramente istanza al giudice civile per il risarcimento del danno morale e anche del danno all’immagine. A risarcimento ottenuto devolverò interamente l’importo alla causa dei diritti degli animali e alla costruzione di un nuovo canile a Roma.

Forse, la prossima volta, la Vento ci penserà due volte prima di impugnare la tastiera.