Gossip News » Attualità » Ruby Rubacuori scrive una lettera a Woody Allen: “Sono meglio di Carla Bruni”

Ruby Rubacuori scrive una lettera a Woody Allen: “Sono meglio di Carla Bruni”

RUBY RUBACUORI – Se il titolo di questo articolo vi ha lasciato perplessi preparatevi a rimanere ancora più basiti. Cosa c’entra Ruby con il grande regista americano? C’entra, c’entra…

Durante l’ultimo Festival di Cannes, Woody Allen aveva fatto una battuta sulla giovane ragazza marocchina: “L’ho vista solo in foto, ma la trovo attraente e affascinante. Forse sa anche recitare!”.

Probabilmente il regista scherzava e la sua era solo una battuta, ma c’è qualcuno che lo ha preso sul serio. Chi? Ruby in persona, che ha sentito il dovere di scrivergli una bella e lunga lettera che vi proponiamo in versione integrale. Buona lettura.

“Gentilissimo Maestro, ho appreso dalla stampa italiana di un Suo interesse nei miei confronti. Ne sono fiera e orgogliosa e spero di non deludere le Sue aspettative. Vorrei incontrarLa quanto prima, purtroppo io ancora non ho la possibilità di viaggiare liberamente nel Suo Paese, per noi arabi non è così facile raggiungere gli Stati Uniti. Spero, quindi, che quando Lei sarà in Europa possa contattarmi per prendere un tea insieme e discutere del nostro futuro professionale. Lei per me è un mito, ho profondamente amato un suo film, che per me è un cult, si tratta de ‘Il Dittatore dello Stato libero di Bananas’, che lei ha girato nel 1971, quando io ancora non ero nata. Come lei ben sa, sono appena maggiorenne, quindi ho visto tutti i Suoi film in dvd.

Non può immaginare quanto ho riso, nei miei momenti di depressione, con le spassosissime battute di ‘Tutto quello che avreste voluto sapere sul sesso e che non avete mai osato chiedere’. Woody, Lei con la sua ironia e leggerezza mi ha salvato dai momenti bui che sto vivendo negli ultimi mesi. Questa storia del bunga-bunga mi sta logorando e solo l’arte, la Sua arte, mi sta dando sollievo, positività e gioia di vivere. Quando ho visto ‘Viky Cristina Barcelona’ sono rimasta affascinata dalle intriganti dinamiche del triangolo amoroso che Lei ha sapientemente rappresentato. Come fa a descrivere così bene le dinamiche dei sentimenti? E poi non sa come ho invidiato Carla Bruni, quando a Parigi stava girando il suo ultimo film. Lì avrei voluto essere io al suo posto! Cosa ho io meno della prima dama di Francia? Lei è una donna solo più fortunata di me. È nata ricca e magra. Io ho dovuto lottare per conquistare tutto. Sono nata senza la prospettiva di un futuro e sto lottando per costruirmi un avvenire.

La mia immagine ora è un po’ compromessa ma grazie a Lei vorrei raddrizzarla. Io non sono la magia uomini che i media di tutto il mondo descrivono. Sono una ragazza di sani principi e con un grande amore per l’arte, la letteratura e la filosofia. Ho appena letto il ‘Don Giovanni’ di  Søren Kierkegaard e il protagonista di questo trattato filosofico mi ha rimandato a Lei, così leggero eppure così profondo. 

Ho un sogno: diventare la Sua nuova musa… la nuova Mia Farrow o anche Diane Keaton! Vorrei entrare nello schermo con Lei, come nella Rosa purpurea del Cairo, e cavalcare un cavallo bianco che mi trascina verso un nuovo futuro. Sua, Ruby Rubacuori”.

Aspettiamo fiduciosi i vostri commenti.