Gossip News » Primo Piano » Tamarreide shock: nella seconda puntata sesso, alcol e violenza

Tamarreide shock: nella seconda puntata sesso, alcol e violenza

TAMARREIDE – Forse Aldo Grasso non aveva tutti i torti quando dopo la prima puntata di Tamarreide si era affrettato a scrivere un articolo sul Corriere della Sera per stroncare senza appello la docufiction di Italia 1 condotta dalla tamarrissima Fiammetta Cicogna.

Ieri sera è andata in onda la seconda puntata che, a  ben guardare, è stata anche peggiore della prima. I tamarri hanno dato il meglio (peggio?) di sè e chi ha guardato il programma già lo sa. Il titolo di questo articolo riassume quello che si è visto.

Ancora sesso tra i concorrenti: dopo la notte hot tra Cristiana e Claudio, ieri sera è toccato anche a Marika e Manuel. Tutto qui? No. Durante un soggiorno a Capri, le due coppie si sono intrufolate in una villa incustodita e hanno copulato contemporaneamente nella stessa stanza. Claudio poi ha messo la ciliegina sulla torta commentando il comportamento troppo lascivo di Cristiana, colpevole secondo lui di essersi concessa senza pudori. Troppo biblico? No, troppo triste.

Cose che si fanno a 20 anni dice Marika… Bah, a noi il dubbio resta. Geniale l’intervento del prof. Abbruzzese (docente di Sociologia allo IULM) che parla di sesso consumato in assenza di emotività. Ma va?

Dopo il sesso che ha sfiorato l’orgia, tocca all’argomento alcol: la napoletana Angelica Alba si mostra ubriaca davanti alle telecamere durante una notte in discoteca. Uno spettacolo disgustoso perfino per lo spogliarellista Manuel che la critica duramente.

Infine, l’ingrediente che mancava: la violenza. Protagonista sempre Angelica, che in uno scatto d’ira scaglia un bicchiere (di vetro) contro Marika, colpevole di averla insultata un pò troppo duramente. A chi non è venuta in mente la scena del Grande Fratello 10 in cui la bionda Federica scagliò un bicchiere contro Gianluca?

Ps. Angelica è stata poi cacciata via dal gruppo per il suo gesto, ma abbiamo come l’impressione che questo non basti a salvare la faccia dei tamarri.