Gossip News » Primo Piano » Tamarreide? Un Grande Fratello di tamarri secondo l’Age: spegnete il televisore

Tamarreide? Un Grande Fratello di tamarri secondo l’Age: spegnete il televisore

TAMARREIDE – L’Age, Associazione italiana genitori, proprio non ci sta: la docu-fiction sui tamarri italiani, Tamarreide, si becca l’ennesima bocciatura.

“Riceviamo da molti genitori messaggi di indignazione, unita a preoccupazione” ha dichiarato il presidente dell’associazione Davide Guarnieri Grande Fratello di tamarri, giovani che, viaggiando in pullman, frequentano, sotto l’occhio della telecamere, grandi discoteche. Il tutto è condito, appunto, da parolacce, corpi esposti senza alcuno spazio per l’immaginazione, atti sessuali parzialmente velati, scazzottate notturne in un tripudio di muscoli e tatuaggi, consumo sfrenato di alcolici”.

Ci preoccupa, soprattutto, il messaggio culturale veicolato da simili trasmissioni: ‘sei per come appari’, ‘divertiti e sballa ora, domani si vedrà’. Il tutto presentato in orari accessibili a ragazzi e adolescenti, i quali poi con facilità sanno trasferire le scene più ‘accattivanti’ dalla TV a Facebook o Youtube. Nel contempo, come genitori, siamo chiamati ad educare, a chiedere impegno nella scuola e nella vita. Pare quasi che questi e altri prodotti dei media abbiano, da tempo, ingaggiato una subdola lotta per squalificare e demolire ogni proposta educativa”.

E ancora.

“Si moltiplicano le campagne di ministeri ed enti locali per stili di vita sani, si chiede alla scuola di premiare il merito: si vanifica il tutto presentando modelli di questo genere, salvo poi chiedere a gran voce, di fronte ad episodi di cronaca che hanno i giovani come vittime o carnefici , ‘dov’è la famiglia?’. Come Associazione italiana genitori già nei giorni scorsi abbiamo inoltrato le opportune denunce al Comitato di applicazione del Codice Media e Minori, auspicando una celere valutazione del programma. Ci parrebbe segno di saggezza e rispetto delle scelte dei telespettatori la scelta, da parte di Mediaset, di sospendere la programmazione già dalla settimana prossima. Ma siamo anche convinti che per fortuna molti italiani manderanno un segnale molto chiaro, facendo tutto ciò che possono fare: spegnere il televisore”.

Considerando che il comunicato è stato lanciato il 23 giugno, gli effetti sulla terza puntata del programma si sono visti: la terza puntata di Tamarreide tra tradimenti, gelosie e amori on the road, è stata seguita da 1.457.000 telespettatori con uno share del 6,40%.