Gossip News » Bellezza » Capelli: consigli per curarli a partire dalla tavola

Capelli: consigli per curarli a partire dalla tavola

Quando ci occupiamo dei nostri capelli non dobbiamo tralasciare dei piccoli particolari, gesti che se ripetuti con costanza, o in alcuni casi quotidianamente, possono dare ottimi risultati.

Se i nostri capelli sono più esposti a agenti esterni che rischiano di rovinarli, o a trattamenti aggressivi, dobbiamo prenderci cura al meglio di ogni fase.

L’alimentazione. Il benessere dei nostri capelli parte dalla tavola. Non devono mai mancare proteine e carboidrati: la mancanza di proteine infatti porterà ad avere capelli secchi, dal colore spento, e dalla crescita rallentata; aminoacidi e acidi grassi (si trovano nell’olio di olia, nel pesce) aiutano i capelli spenti; integratori che si trovano in farmacia, sono le vitamine del complesso B, l’acido folico, lo zinco; una dieta ricca di silicio, calcio e ferro aiuta a prevenire la caduta dei capelli.

Lo shampoo. Lavare i capelli in modo corretto è la base da cui iniziare per avere una capigliatura perfetta; l’acqua deve essere preferibilmente tiepida per non rischiare di stressarli, lo shampoo deve essere applicato omogeneamente servendosi di una ciotola in cui mescolarlo con acqua, mai messo direttamente sulla cute. Una volta applicato va massaggiata bene la cute (senza utilizzare le unghie!), al fine di favorire un maggiore afflusso di sangue e aiutare così le sostanze nutritive a raggiungere i follicoli, poi va risciacquato abbondantemente. Il lavaggio dei capelli non deve essere troppo frequente, se abbiamo una cute grassa ogni 2-3 giorni, per i capelli normali al massimo un paio di volta alla settimana.

Il balsamo. Il balsamo va applicato se indicato, e in relazione al tipo di capelli: sottili o spessi, lisci o ricci, colorati o devitalizzati. Per farlo agire con più efficacia è bene tenerlo per qualche minuto sulla testa prima di risciacquare.

La maschera. Può essere un valido sostituto del balsamo, o da utilizzare alternandoli. Oggi ne esistono di efficaci con un tempo di posa breve.

L’asciugatura. Dopo il lavaggio i capelli vanno tamponati con cura con un asciugamano, per eliminare l’acqua in eccesso. In estate si può sfruttare la temperatura alta per fare asciugare i capelli naturalmente, ma quando non è possibile è bene ricorrere a un phon con temperature non troppo elevate, tenuto a debita distanza dal cuoio capelluto, muovendo senza mai tenerlo fisso su una parte.

Pettini e spazzole. Vanno utilizzate quando i capelli non hanno più tanta acqua, e sono quasi asciutti, questo per evitare di spezzarli; la piastra invece va utilizzata quando i capelli sono completamente asciutti, prediligendo quelle in ceramica, e applicando un spray protettivo prima di procedere con l’acconciatura.

Prodotti per la piega. Mousse, spuma, gel, quello che sia, vanno utilizzati con parsimonia, e a seconda del capello che abbiamo (per ricci meglio la spuma, per i corti è preferibile il gel, etc.).

Per chi avesse i capelli ricci può vedere qui cosa è meglio fare, oppure se volesse consigli sulla chioma stressata dal mare basta vedere qui.