Gossip News » Fotogallery » Ilary Blasi e le foto hot: “Il topless rubato è stato una violenza”

Ilary Blasi e le foto hot: “Il topless rubato è stato una violenza”

ILARY BLASI – Sul numero di Vanity Fair in edicola questa settimana va in scena una lunga intervista all’ex letterina di Gerry Scotti. L’intervista nasce per un’esigenza che potremmo definire ‘deontologica’: ils ettimanale ha voluto acquistare un servizio fotografico hot che la Blasi fece all’età di 18 anni. Per correttezza, però, la moglie di Totti è stata avvisata prima della pubblicazione, in modo da poter dire la sua: “Va bene, usatelo. Però usatelo per raccontare alle ragazze che tutte possiamo fare una cazzata, ma non sempre c’è il lieto fine”.

Cosa ha spinto Ilary a fare quelle foto? “Ero reduce da Miss Italia e volevo sfruttare il momento. Mi proposero di posare a Lampedusa, dissi sì senza pensarci, non ci vedevo nulla di male… In quel momento mi interessavano i soldi, e mi pagavano bene. Mi sembrava una buona occasione per comprarmi la macchina. Invece, col senno di poi, era una fregatura che a distanza può anche fare male”.

Oggi la Blasi un pò si vergogna di quegli scatti: “Mi vergogno. Certo, ritirare fuori immagini vecchie di 12 anni non è un gran bel gesto, ma non ce l’ho con il fotografo, devo solo prendermela con me stessa: non avrei dovuto cedere al richiamo del denaro facile. D’istinto una vorrebbe cancellare le cazzate che ha fatto da ragazza, invece è più giusto ricordarsi delle proprie debolezze: aiuta a crescere”.

Una cosa però sono le foto posate, concordare con il fotografo, un’altra quelle rubate, come il topless involontario di Ilary Blasi sbattuto in copertina da tutti i settimanali di gossip in circolazione:

“Sono rimasta male: quella è violenza. Spogliarmi per un servizio fotografico può non essere un problema, ma è un mio diritto scegliere se, quando e per chi. Ma questa volta mi è stata tolta la possibilità di mostrarmi con il decoro che adotto sempre in pubblico. Ero inconsapevole di quello che stava accadendo e non potevo difendermi: lo trovo grave, un colpo basso, e ci deve essere un limite”.

La pubblicazione di questo vecchio servizio, comunque, sembra dissipare ogni dubbio sul rapporto tra la conduttrice de Le Iene e la chirurgia: in questi 12 anni Ilary Blasi è molto cambiata, in particolare seno e naso sembrano esser transitati per la sala operatoria di un buon chirurgo plastico.