Gossip News » Primo Piano » Alessandro Preziosi: “Un tradimento si può perdonare”

Alessandro Preziosi: “Un tradimento si può perdonare”

ALESSANDRO PREZIOSI – Per la prima volta dalla fine della sua storia d’amore con Vittoria Puccini, ora legata all’attore Claudio Santamaria, Alessandro Preziosi si confessa sulle pagine di Vanity Fair.

“Ci si sposa in due. ConVittoria non è accaduto, forse per pigrizia, o per debolezza. Arriva un momento in cui, se ti ami, ti sposi: punto. Purtroppo io, invece di concentrarmi sul mio rapporto di coppia ho disperso le forze lavorando come un pazzo. Sono andato otto mesi in tournée con Amleto, pensando che, quando mi sarei fermato, tutto sarebbe tornato come prima. E invece, quando mi sono fermato, il nostro rapporto non c’era più”.

Alessandro però ammette che il suo carattere espansivo ha creato forti tensioni nel suo rapporto: “Sono una persona molto – forse troppo – fisica ed espansiva. Basta che saluti un’amica all’aeroporto e scrivono che è la mia nuova fidanzata, ma io sono abituato a comunicare con il corpo, è un modo di essere”.

Sta parlando di saluti all’aeroporto? O di sesso? «Il sesso è la cosa più preziosa che c’è, la forma più intensa e alta di contatto tra due persone. Proprio perché è alta, bisognerebbe mantenerla sempre alta. Ma troppi uomini, e ci metto anche il sottoscritto, ne capiscono l’importanza solo dopo che l’hanno un po’ sprecata, dispersa».

Le è capitato spesso? «È successo.  Se sei una persona così fisica, è difficile resistere, devi essere molto zen. Ma il sesso fine a se stesso per me ha il valore di una pubblicità, di uno spot: dura solo tre minuti».

Che effetto le fa essere tornato single? «È difficile per me costruire un rapporto sulle ceneri di un altro. Se penso che questa dispersione, questo ritardo nel crescere, ha complicato così tanto le cose, perché cascarci di nuovo? Se troverò una persona, bene. Altrimenti, pace».