Gossip News » Primo Piano » Michelle Hunziker è una donna fantastica, parola di Manuele Malenotti

Michelle Hunziker è una donna fantastica, parola di Manuele Malenotti

MICHELLE HUNZIKER – Dopo la versione di Michelle Hunziker, secondo la quale il latin lover Manuele Malenotti sarebbe solo un amico, ecco che su Diva e Donna l’ex patron del marchio Belfstaff dice la sua.

L’ex fidanzato di Lola Ponce e della milionaria Cecilie Fredrik dichiara:

“Per quanto riguarda il mio rapporto con Michelle posso solo dire che ci conosciamo da diversi anni e per reciproci impegni sentimentali del momento non avevamo mai potuto approfondire. Ma, finalmente, negli ultimi tempi abbiamo avuto modo di conoscerci meglio”.

Prosegue il novello padrone di Clothing Company:

Michelle è una donna fantastica, piene di risorse ed energia positiva. Una donna bellissima e affascinante, che stimo e con la quale ho una grandissima sintonia. Sarebbe bello se tutto ciò si trasformasse in qualcosa di più importante”.

Avventurandosi un pò nei terreni della psicologia, Malenotti aggiunge che, secondo lui, la presentatrice si trova impossibilitata a seguire il suo cuore e le proprie emozioni a causa dei legami famigliari (una figlia adolescente e un ex marito che è appena diventato di nuovo padre).

Malenotti aggiunge una nota di colore alla sua intervista, raccontando di come sia stato lui l’artefice dell’incontro fatale tra George Clooney ed Elisabetta Canalis, aggiungendo che tra loro non c’era nessun contratto.

Fu George che mi chiese esplicitamente di conoscere Elisabetta. Non c’è stato nessun contratto tra loro, era amore vero. Altrimenti non sarebbero mai andati a conoscere le rispettive famiglie”.

Anche nel loro caso il facoltoso Malenotti ha una teoria sul perché la storia d’amore non sia durata per sempre:

“Ma George ed Elisabetta si vedeva che provenivano da due mondi tropo diversi. George,50 anni e nessun figlio, era chiaro che non avrebbe mai voluto una famiglia. Mentre una ragazza giovane come Elisabetta Canalis era chiaro che non avrebbe potuto rinunciarci”.