Gossip News » Primo Piano » Ilary Blasi: “Non so stirare ma mi tengo mio marito, lo lego”

Ilary Blasi: “Non so stirare ma mi tengo mio marito, lo lego”

ILARY BLASI – Intervistata dalla Iena più irriverente della tv, Giulio Golia, Ilary Blasi, da poco tornata al timone de “Le Iene” con le new entry Luca Argentero e Enrico Brignano, racconta la sua vita a casa, con il marito, Francesco Totti e i loro bambini, Cristian e Chanel.

In questa stagione delle Iene siete due romani – tu ed Enrico Brignano – e un piemontese, Luca Argentero. Gli avete fatto un corso di dizione in dialetto?

«Noooo (alza gli occhi al cielo). Tocca spiegargli volta per volta, poveretto».

Parola chiave?

«’Ntigni, insisti. Proprio non la capisce».

Tuo marito Francesco Totti somiglia più ad Argentero o a Brignano?

«A te, ma senza la “panza”».

Colpito. Insisto: a 35 anni, Francesco ha lo stesso fisico di 10 anni fa?

«Be’, forse è più massiccio, ha due-tre chiletti in più. Ma non ci faccio caso».

Perché Francesco sta con te?

«Ancora lo devo capire».

Meglio un marito geloso o permissivo?

«Francesco sarebbe geloso di natura, ma dopo 10 anni un rapporto si evolve. Non può mica essere quello dell’inizio. Ormai abbiamo i nostri spazi, le nostre vite».

In tv sei sempre sexy. A casa indossi il pigiama di flanella e le ciabatte. Francesco come reagisce?

«Se sta ancora con me vuol dire che preferisce la donna in ciabatte».

Hai iniziato come moglie di Totti?

«No, come “letterina” di Passaparola, a 19 anni. Poi sono andata avanti, ci mancava altro! Ora ne ho 30, è tutto diverso».

Sei sposata ormai da parecchio…

«Neanche tanto. Stiamo entrando nel settimo anno. Speriamo bene».

…che consiglio dai alle altre mogli? Come tenersi un marito?

«Francesco lo lego, lo minaccio…» (…)

Francesco ha detto spesso che vuole il terzo figlio. Tu traccheggi. Come fai?

«I figli si fanno in due. Magari quando troveremo il punto d’incontro faremo…»

Il salto della quaglia?

«Meglio il segno della croce».

Hai imparato a stirare?

«Le camicie no. Per questo Francesco indossa sempre una maglietta».

Quanti cellulari hai?

«Uno, da 29,90 euro».

Mi trovi su http?

«Eeehh? Che cos’è, roba tipo Twitter? No grazie, vivo meglio senza tecnologia».

Ti sei mai rifatta qualcosa?

«No. Non ci penso affatto».

Mi fai controllare?

«Noooo. Fidati di quello che ti dico».