Gossip News » Reality Show » Grande Fratello » Grande Fratello 12: Mirko D’Arpa rivela il contenuto della lettera anonima

Grande Fratello 12: Mirko D’Arpa rivela il contenuto della lettera anonima

GRANDE FRATELLO 12 – “Io me chiamo fuori” ha detto Mirko D’Arpa in confessionale pochi minuti prima di lasciare la casa del Grande Fratello 12. Nella settima puntata del reality show si comincia parlando di abbandoni.

Alessia Marcuzzi si è collegata con i concorrenti per spiegar loro i veri motivi dell’abbandono del gieffino. In un rvm mandato in onda in puntata, Mirko ha salutato i suoi ex coinquilini: “Era la cosa giusta, il mio cuore era già andato via. Ho dovuto solo rincorrerlo. La lettera mi è arrivata anni fa, una lettera anonima scritta da una donna, dal contenuto quasi incredibile. Vi spiegherò dettagliatamente cosa conteneva. Il mio cuore è andato subito fuori dalla persona che amo alla quale non avevo ancora detto di quella lettera. Lei è Turchese, la persona che amo più nella mia vita” conclude Mirko, presentando la fidanzata.

Insomma, pare che il gieffino ci tenesse a uscire perché voleva spiegare personalmente a Turchese il significato e il contenuto della lettera. Mirko è poi entrato in studio, accolto da un fragoroso applauso. Tra il pubblico anche la sua amata fidanzata, sorridente e orgogliosa.

Questa lettera mi è arrivata 3 anni e mezzo fa, uscivo da un periodo molto particolare, mi dedicavo a me stesso, facevo cose di cui mi pento, soprattutto con le donne… Ho avuto varie avventure e un giorno ho trovato questa lettera, l’ho letta e l’ho buttata. Poi ho messo le mani nella spazzatura e l’ho recuperata (…). Una ragazza mi diceva che era innamorata di me, era stata folgorata da me. C’era stato un incontro, poi ci eravamo persi di vista. Mi ha scritto che stava per avere un bambino ed era in crisi perché non sapeva se era del compagno. C’erano di mezzo altre due o tre persone tra le quali io. Non si è firmata ma l’ho cercata a lungo“.

Dopo essersi sfogato Mirko ha abbracciato e baciato la sua fidanzata, ripetendole all’infinito “Ti Amo” e concludendo (forse) la faccenda. Sempre che l’autrice della lettera non si faccia viva nelle prossime settimane…