Gossip News » Attualità » 2011: un anno di notizie, dal Rubygate alla morte di Steve Jobs

2011: un anno di notizie, dal Rubygate alla morte di Steve Jobs

2011 – E’ stato un anno pesante, intenso, carico di notizie brutte. L’Italia si butta alle spalle un anno difficilissimo per tutti con la speranza che il 2012 al di là di tutte le previsioni più pessimistiche possa davvero essere l’anno della svolta e della rinascita per un Paese che ha sempre trovato la forza di rialzarsi. In un giorno speciale come questo vogliamo ripercorrere le notizie che più di altre ci hanno sorpreso e fatto riflettere.

12 gennaio 2011: il Maghreb si infiamma. Gli scontri iniziati a Tunisi si propagano in breve tempo in Egitto, in Libia e nelle altre nazioni africane.

14 gennaio 2011: Silvio Berlusconi viene indagato dalla procura di Milano per concussione e prostituzione minorile Il premier, è l’accusa, nella notte tra il 27 e il 28 maggio 2010 avrebbe abusato del suo ruolo di capo del Governo per indurre i funzionari della Questura di Milano a rilasciare Karima El Mahroug, la marocchina minorenne alla quale avrebbe offerto denaro in cambio di sesso.

se non ora quando, : all’insegna dello slogan «Se non ora quando» più di 1 milione di italiane scendono in 230 piazze italiane per difendere la dignità femminile, sull’onda delle ultime vicende che hanno interessato Silvio Berlusconi.

11 marzo 2011: un terremoto di magnitudo 8,9 al largo delle coste nord-orientali del Giappone provoca uno Tsunami di 10 metri che si abbatte sulla costa di Sendai. Il bilancio è di circa 13 mila morti e un incidente nucleare nella centrale di Fukushima.

20 aprile 2011: nel bosco di Ripe di Civitella, in provincia di Teramo, viene ritrovato il corpo martoriato di Melania Carmela Rea, la 29enne scomparsa due giorni prima mentre faceva un picnic con la famiglia. Il 21 luglio viene arrestato con l’accusa di omicidio il marito Salvatore Parolisi.

1 maggio 2011: alle 19.30 (ora italiana) un commando dei Navy Seals fa irruzione in un compound di Abbottabad, a 75 km dalla capitale del Pakistan Islamabad, e uccide il leader di Al Qaeda Osama Bin Laden, mandante degli attentati dell’11 settembre.

14 maggio 2011: Dominique Strauss-Kahn, capo del Fondo Monetario Internazionale e possibile candidato del Partito Socialista alle elezioni presidenziali del 2012, viene arrestato a New York con l’accusa di aver abusato sessualmente di Nafissatou Diallo, una cameriera dell’Hotel Sofitel. Nei mesi successivi verrà richiesta l’archiviazione del caso per le continue contraddizioni della donna.

30 maggio 2011: i ballottaggi delle elezioni amministrative rappresentano uno scossone per il governo di centrodestra. Giuliano Pisapia diventa il nuovo sindaco di Milano, Luigi De Magistris quello di Napoli. Il centrosinistra vince a Cagliari e Trieste. La Lega perde a Novara.

22 luglio 2011: strage di Oslo. Alle 15.26 ora locale la Norvegia si trasforma in un inferno. Prima una bomba esplode nel pieno centro di Oslo, poi il 32enne psicopatico Anders Behrin-Breivik apre il fuoco sull’isola di Utoya, poco lontano dalla capitale, durante un meeting di giovani laburisti. Il bilancio è di 77 morti.

23 luglio 2011: a soli 27 anni muore una delle voci più belle degli ultimi anni, quella di Amy Winehouse stroncata da un abuso di alcol.

3 ottobre 2011: i giudici della Corte D’Appello di Perugia assolvono Amanda Knox e Raffaele Sollecito. Non sono stati loro ad uccidere nella sua abitazione la studentessa inglese Meredith Kercher la notte del primo novembre 2007. Fuori dal Palazzo di Giustizia va in scena la rivolta di un migliaio di cittadini che inveiscono contro i giudici e i difensori degli imputati.

6 ottobre 2011: a soli 56 anni scompare stroncato da un tumore al pancreas il fondatore della Apple Steve Jobs. Milioni di fan della «mela morsicata» danno vita al pellegrinaggio verso gli Apple Store per dare il loro omaggio all’uomo che diceva: «Siate affamati, siate folli».

20 ottobre 2011: dopo oltre tre mesi di caccia all’uomo, il dittatore libico Muammar Gheddafi viene catturato dai ribelli e uccisoo con un colpo alla testa mentre tenta la fuga disperata da Sirte. I libici scendono in piazza per festeggiare il crollo del regime durato 42 anni.

23 ottobre 2011: muore Marco Simoncelli. Durante il secondo giro del Gran Premio di Malesia Marco Simoncelli perde il controllo della sua moto, ma invece di scivolare fuori pista resta al centro dell’asfalto e viene travolto dalle moto di Colin Edwards e Valentino Rossi. Il pilota 24enne lascia il papà Paolo, la mamma Rossella, la sorella Martina, la fidanzata Kate e milioni di appassionati di moto in tutto il mondo.

4 novembre 2011: a Genova le violente piogge provocano l’esondazione del Bisagno, del Ferreggiano e di altri torrenti. Sei persone muoiono sommerse dal fango. Il 23 novembre la scena si ripete a Scarcelli, nel messinese, dove vengono inghiottiti dall’acqua un bimbo di 10 anni e un padre e figlio.

12 novembre 2011: dopo 1.284 giorni di Governo il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi rimette il mandato nelle mani di Giorgio Napolitano. Festa davanti al Quirinale. Il nuovo premier è il Presidente della Bocconi Mario Monti.