Gossip News » Primo Piano » Paolo Villaggio: mi scuso con i sardi, si trattava solo di una battuta

Paolo Villaggio: mi scuso con i sardi, si trattava solo di una battuta

 

PAOLO VILLAGGIO – Dopo le polemiche scoppiate in merito all’infausta uscita di Paolo Villaggio sui pastori sardi

, ecco che sopraggiungono le sentite scuse del noto comico.

Mi sembra paradossale tutto quello che sta succedendo. Se avessi voluto offendere i sardi, che conosco bene, avrei detto altre cose. Mi dispiace e mi scuso. Per punizione sono pronto ad andare vestito da francescano a farmi tutta la Sardegna a piedi”.

Così Villaggio commenta il polverone sollevato da quella che non voleva essere affatto un’offesa al popolo sardo. Ed ecco quindi la giusta ammenda secondo il nostro amatissimo “tragico” Fantozzi:

“Per punizione sono pronto ad andare in traghetto a Olbia e poi, vestito da francescano o da Gesù Cristo con le spine in testa, a farmi tutta la Sardegna a piedi e fermarmi ogni 500 metri a chiedere scusa per la battutaccia”.

Prosegue poi Villaggio:

“Non sono così vecchio e rincoglionito è assurdo che la gente non abbia capito che si trattava solo di una battuta. Lasciamo stare le reazioni dei politici, i sardi non devono prendersela, era solo umorismo”.

In caso la sardegna tutta quanta e un pò priva di senso dell’umorismo volesse boicottare il suo spettacolo in programma a cagliari il 20 febbraio, ecco la soluzione:

“Vorrà dire che farò un harakiri pubblico”.