Gossip News » Reality Show » Isola dei Famosi » Isola dei Famosi, Manuel Casella: “Antonella Elia mi fa tenerezza”

Isola dei Famosi, Manuel Casella: “Antonella Elia mi fa tenerezza”

ISOLA DEI FAMOSI – Non accenna a placarsi il botta e risposta tra i primi due classificati dell’Isola dei Famosi. La prima a provocare è stata Antonella Elia che ha spiegato i motivi della sconfitta di Manuel Casella il quale non ci sta a passare da traditore e ha subito detto la sua.

Abbiamo molte cose in   comune ma o ci amiamo o ci odiamo. Alla finale mi ha fatto tenerezza avevo i miei   familiari al fianco, lei nessuno”.

Poi spiega i motivi dello scontro: “Non ha rispettato una mia scelta, la nomination che le ho fatto. Non avrei mai   pensato che avrebbe reagito in quel modo chiamandomi ‘ipocrita’ e ‘traditore’. Ho dovuto nominare tutti e per par condicio toccava a lei. Per me Antonella era un   personaggio forte e mandarla al giudizio del pubblico italiano era più che legittimo. Da amica qual era mi sarei aspettato che comprendesse questo discorso ma non   c’è statao neanche la possibilità di spiegarle o di farle comprendere l’errore… “.

Il suo comportamento, però, gli è costato la vittoria: “Sono stato giudicato per ciò che è avvenuto. Ma non amo il giudizio quando si parla del privato e non accetto la parola ‘tradimento’ perché è forte. Ma una persona   che si emargina (Elia, ndr) e si allontana dal gruppo è in contraddizione con il suo desiderio di aggregazione. Ha fatto tutto lei”.

Infine, cerca di dare una spiegazione alla “sindrome di abbandono” di cui soffre la Elia: “Io e lei abbiamo tantissimi punti di contatto, stesso segno zodiacale, o ci amiamo o   ci mandiamo a cagara perché dal carattere molto forte. Dopo la sfuriata della   nomination abbiamo scalato una montagna per parlarci. Mano nella mano abbiamo   parlato tanto e lei mi ha raccontato delle cose personalissime che ovviamente   terrò per me. Alla fine le ho detto ‘scusa se ti ho delusa’ e lei ‘scusa se non ti ho   capito’. Siamo scesi dalla montagna ridendo ‘e ora come glielo spieghiamo agli altri   che abbiamo fatto pace?'”.