Gossip News » Attualità » Sara Tommasi: Marra la vuole nuda per la Democrazia Cristiana

Sara Tommasi: Marra la vuole nuda per la Democrazia Cristiana

SARA TOMMASI – Alfonso Luigi Marra è rimasto colpito dal gesto di Sara Tommasi che, in un video, gli ha dichiarato amore eterno chiedendogli di tornare da lei. “Sara è una persona alla quale sono molto affezionato” ha dichiarato Marra a Oggi.it “e con quel video mi ha molto toccato perché, come faccio dire a Manuela Arcuri nel famoso spot: lo strategismo, specie sentimentale, ha enormemente ritardato il cammino della civiltà ed è divenuto un vero tormento sociale. Strategismo sentimentale da cui Sara – questa è la sua specificità – è indenne, perché Sara ha la magnifica, anche se a volte disagevole, caratteristica di parlare come pensa. Una cosa bellissima in un mondo come il nostro, nel quale la verità non è la priorità“.

Tuttavia la bella showgirl pare non essere riuscita nel suo intento: Marra non ha intenzione di tornare insieme a lei. Lo scrittore sottolinea però che la rottura non è stata causata dall’ennesimo denudamento della Tommasi che ha mostrato il lato b durante la loro ultima cena: “È un gesto di cui non mi sono accorto e che non ho condiviso, ma, nel momento in cui Sara ha manifestato una sincera disponibilità a cambiare, sarei andato oltre. Il vero problema è che la struttura delle nostre giornate, il tipo di lavoro, gli obiettivi, gli interessi, sono troppo divergenti, e credo che quando una scelta sentimentale implichi la rinunzia a parti troppo vaste della personalità non possa funzionare. Faremo però sicuramente degli altri lavori insieme“.

Insomma, Marra non è affatto infastidito dai gesti estremi dell’ex fidanzata, anzi. Pare che proprio uno strip della Tommasi possa servire alla prossima causa di Luigi: “Ho pubblicato il documento in cui ho spiegato l’importantissima sentenza della Cassazione in cui si afferma definitivamente che la DC storica esiste a tutt’oggi perché non è mai stata sciolta; che il suo enorme patrimonio, tra cui 585 immobili, molti di grande valore, è stato illegittimamente venduto (per cui va recuperato, una volta verificato a chi è stato venduto e a quali condizioni), e che né il CDU né il PPI né Sandri né Pizza né altri hanno diritto a usarne il nome o il simbolo né possono esserne eredi o continuatori, giacché essa non si è mai estinta. Ebbene, non lo ha riportato nessuno. Credo che, come politico, se la questione continuasse a non emergere, avrei il dovere di assumermi l’onere di fare un video in cui lo si fa dire a Sara nuda“.