Gossip News » Primo Piano » Anna Valle: “Con mio marito e mia figlia ho coronato il mio sogno”

Anna Valle: “Con mio marito e mia figlia ho coronato il mio sogno”

ANNA VALLE – Anna Valle, ex Miss Italia, oggi è un’attrice e una donna di successo. A trentasette anni non solo è una donna professionalmente realizzata ma anche nella vita privata non potrebbe chiedere di più. Intervistata dal settimanale Vero sui suoi prossimi impegni televisivi per la Rai, Questo nostro amore e Barabba, Anna Valle ha parlato anche della sua vita privata e della sua famiglia, formata con Ulisse Leandro con cui è sposato dal 2008 e dalla cui unione è nata una bambina, Ginevra di quattro anni.

L’attrice racconta la sua infanzia: “Non sono cresciuta certo in un’isola felice. Da bambina avrei voluto che i miei non si separassero e non soffrissero. Anche per questo, da grande, per lungo tempo con gli uomini ero sempre piuttosto diffidente. È difficile che mi conceda al cento per cento a una persona. Ho imparato a farlo ora con mio marito e mia figlia”.

Sulla piccola Ginevra, la Valle precisa: “Sono una mamma molto moderna, nell’accezione positiva di questo termine”. In merito al suo impegno con Barabba, l’attrice ha raccontato di averle insegnato che nella vita esistono anche le ingiustizie: “Non le parlo di religione, ma di Dio sì, e di tutto quello che ha a che fare con lui. Ginevra conosce la storia di Gesù, sa che è stato crocifisso e, anche attraverso questi esempi, sebbene sia ancora piccolissima, sa che anche nella vita esistono la sofferenza e le ingiustizie. Ma che, però, c’è anche un Dio: ecco, questo è un messaggio che io e mio marito le diamo”.

Pur essendo credente, non può definirsi una perfetta praticante: “Non sono una estremamente credente o che va in chiesa ogni domenica. Ho, però, un dialogo costante con un nostro Dio al quale mi rivolgo sempre, come fa la maggior della gente, nei momenti difficili della vita. È un dialogo personale e intimo, che rappresenta un mio modo di essere. Non posso dire di essere credente nel senso classico del termine, ma a mio modo sì”.

Leggi anche: