Gossip News » Primo Piano » Cristina D’Avena festeggia 30 anni di sigle: “Amo Kiss me Licia”

Cristina D’Avena festeggia 30 anni di sigle: “Amo Kiss me Licia”

CRISTINA D’AVENA – Alzi la mano chi non ha mai ascoltato una sigla dei cartoni animati cantata da Cristina D’Avena. La sua voce ha accompagnato l’infanzia di tutti noi ed oggi Cristina D’Avena si appresta a festeggiare trent’anni di successi di sigle televisive. Cristina D’Avena ha inciso più di 700 brani vendendo sei milioni di dischi. Una carriera celebrata da “30 e poi… Parte prima”, un cofanetto di tre cd con 70 sigle originali. “Amo Kiss me Licia”, racconta a Tgcom24.

 “Il bilancio di questi trent’anni è bellissimo – racconta – E’ iniziato tutto per caso, ho fatto un provino per una canzone, ‘Bambino Pinocchio’, che poi ha scalato le classifiche e da lì è cominciato tutto. All’inizio ero solo una voce, poi grazie a ‘Kiss me Licia’ tutti hanno conosciuto anche il mio volto”.

Cristina non ha dubbi sulla sua canzone preferita: “Kiss me Licia è la canzone che porto nel cuore, perché mi rappresenta e soprattutto perché il pubblico ha imparato a conoscermi da lì”. Stanca o stufa dopo 30 anni? “No, come potrei. Cerco sempre di reinventarmi, come i concerti con i Gem Boy o il programma tv Karaoke Super Show”.

Il suo rimpianto è non aver continuato a lavorare nei telefim dei bambini che negli anni ’90 facevano compagnia a milioni di bambini. Come non ricordare Kiss me Licia in versione umana?Mi sarebbe piaciuto tanto, anzi ne approfitto per lanciare un appello, secondo me c’è molto spazio per i telefilm per bambini, e io sono pronta. Come per un musical. Diciamo che sono nelle mie corde“. Il cd è un’emozione incredibile: “E’ come un tuffo indietro, ogni canzone è parte di me e quando canto rivedo la mia vita in una sorta di flashback”.

Il cofanetto contiene anche un omaggio a Lucio Dalla, scomparso lo scorso marzo con una cover di “L’anno che verrà”:L’ho fortemente voluto. Sono molto affezionata a Dalla e alle sue canzoni, ci sono cresciuta insieme. Quando è morto mi è mancato molto, come credo manchi molto anche alla musica italiana. E’ stato un omaggio a un concittadino e anche un augurio di speranza per il nuovo anno”.