Gossip News » Attualità » Maturità 2013, tracce prima prova: Magris, paesi Brics, Moro, società di massa

Maturità 2013, tracce prima prova: Magris, paesi Brics, Moro, società di massa

MATURITA’ 2013 TRACCE PRIMA PROVA – 491.491 ragazzi stanno affrontando in queste ore la prima prova degli esami di maturità 2013. La notte prima degli esami è stata calda ed emozionante per la maggior parte degli studenti che, anzichè divertirsi con gli amici, ha scelto di restare sul web alla ricerca del più piccolo aiuto per affrontare la grande prova. Novità di quest’anno è il cosiddetto “bonus maturità”, ovvero da 1 a 10 punti attribuiti esclusivamente ai candidati che hanno ottenuto un voto finale almeno pari a 80 su 100.

Analisi del testo – Prefazione del libro “L’infinito viaggiare” di Claudio Magris

Saggio in ambito artistico letterario – L’individuo e la società di massa, con testi di Pasolini, Canetti, Bodei e Montale mentre le opere sono di Warhol e Guttuso.

Saggio in ambito scientifico– La ricerca scommette sul cervello, con articoli di giornale, un testo di Boncinelli e uno di Fabio De Seo. Negli allegati c’é il riferimento al progetto “Brain” illustrato dal presidente degli Stati Uniti, Barack Obama.

Saggio in ambito socio-economico – Stato, mercato e democrazia, con testi di Zingales, Krugman, Pirani e Rajan

Saggio in ambito storico-politico– Omicidi politici, con testi di Villari, Procacci, Salvadori e informazioni dai giornali. Tra gli allegati, c’é un articolo del Corriere della Sera sui 55 giorni del rapimento Moro. Guardando all’Italia, si cita anche l’omicidio di Mussolini, mentre guardando all’estero si fa riferimento a quanto avvenuto nella ex Jugoslavia.

Tema di argomento storico– Le vicende politiche nel XX secolo di almeno due paesi appartenenti ai BRICS (Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica) soffermandosi sulla storia di due di questi paesi.

Tema di ordine generale– La cooperazione e la creatività nella vita, partendo da un breve estratto di un testo di Fritjof Capra. Bisogna commentare una frase da uno scritto del 1997, “La rete della vita”.