Gossip News » Attualità » Raffaele Sollecito, in bolletta, lancia colletta per pagare il suo processo

Raffaele Sollecito, in bolletta, lancia colletta per pagare il suo processo

 

Sollecito – Proposta shock di Raffaele Sollecito: una raccolta fondi organizzata con tutti i crismi su  GoFundMe per pagare le spese processuali in vista del nuovo appello per il delitto di Meredith Kercher (in cui lui è l’imputato principale insieme a Amanda Knox)

Come i più attenti di voi sapranno la corte di Cassazione ha deciso di annullare la sentenza del processo d’appello in cui Amanda Knox e Raffaele Sollecito sono stati assolti per la morte della studentessa Meredith Kercher, avvenuta a Perugia nella notte del 1° novembre 2007.

“A tutti i miei amici e sostenitori, il mio problema è molto serio. Sono profondamente preoccupato non soltanto per la questione che sto affrontando e di cui sicuramente sarete a conoscenza, ma anche perchè non ho più le risorse per combattere questa ingiustizia. Sono riuscito a malapena ad assumere gli esperti, quando necessario, e a pagare le parcelle dei miei avvocati, il costo dei documenti e così via per quanto inizierà il nuovo appello. Spero di non disturbarvi, ma ho bisogno della vostra collaborazione per affrontare questa traversia. In caso contrario mi troverò costretto a rinunciare per motivi economici. Ogni donazione sarà molto utile“.

Queste le accorate parole che Raffaele Sollecito ha deciso di adottare per convincervi della sua “giusta causa”.

Ben più di qualche buon samaritano deve aver dato ascolto alla sua richiesta, perché la raccolta fondi, aperta ieri, ha già racimolato 655 dollari in vista di un traguardo di 500 mila dollari (il prezzo della libertà direte voi).

Ennesima trovata pubblicitaria di quel “volpone di Sollecito”, oppure sincera invocazione di un giovanotto che dopo anni di battaglie legali si trova con le mani bucate?

Certo mentre sulle cronache recenti torna in auge la teoria del gioco erotico finito male, fa un pò senso che l’imputato principale di un così efferato e dibattuto delitto, pianga miseria e inviti a sostenerlo, soprattutto quando la sua posizione è ancora così incerta.

Virtualmente potreste anche ritrovarvi a aiutare un possibile assassino a farla franca.

Colpevolisti e innocentisti avranno di che dibattere e voi da che parte state?

Versereste il vostro obolo per la libertà di Raffaele?