Gossip News » Attualità » “Ti regaliamo 500 euro di spesa”: la truffa con il marchio Carrefour

“Ti regaliamo 500 euro di spesa”: la truffa con il marchio Carrefour

TRUFFA CARREFOUR – In Lombardia sta dilagando una truffa on line con una finta promozione. I malcapitati ricevono una email con il finto logo Carrefour in cui vengono invitati a registrare i propri dati personali per avere 500 euro di buono spesa. In molti hanno cliccato inserendo i propri dati personali compreso anche il numero della carta di credito. Ed è qui che scatta la truffa.

All’assistenza clienti gli operatori avvertono di cancellare la mail: «Ci stiamo adoperando». Il problema è che in molti ci cascano perché l’email sembra vera: c’è il richiamo ad un decreto ministeriale, il logo è quello giusto, e anche la grafica è quella usata dall’azienda che ha punti vendita in tutto il mondo. «Con il decreto legge 8 aprile 2013 numero 35 in cui il Consiglio dei ministeri anticipa i pagamenti alle P.A e aiuti per le famiglie, Carrefour spa ti consente di acquistare la carta prepagata SpesAmica del valore di 500 euro al prezzo di 100 euro, 80% rimborsato dal ministero dello sviluppo economico». Segue link. Che porta a una pagina in cui è stata ripresa la grafica della sezione promozioni del sito di Carrefour. In effetti compare il logo «Regalati la spesa» ma per lanciare l’iniziativa per cui 100 punti valgono 1 euro di sconto.

«Ho ricevuto la mail, – racconta un residente a Pavia – ho cliccato e ho visto che mi chiedevano il numero della carta di credito – spiega chi ha ricevuto la mail – ma ho chiesto nel supermercato dove vado di solito e mi hanno detto di non fare niente. E mi hanno mostrato un articolo di giornale dell’Eco di Bergamo che parla proprio di questa truffa».

«Siamo vittime di una truffa. Stiamo presentando denuncia alle autorità per chiedere l’oscuramento della pagina internet – spiega Giorgio Cattaneo, responsabile ufficio stampa e comunicazione di Carrefoursiamo danneggiati, è una truffa doppiamente lesiva perché usa i nostri codici di comuncazione e i nostri marchi».