Gossip News » Attualità » Ikea shock: morto bambino di 17 mesi, prodotto sott’accusa

Ikea shock: morto bambino di 17 mesi, prodotto sott’accusa

 

IKEA SHOCK MORTO BAMBINO DI 17 MESI – Daniel Madden, un bambino di soli 17 mesi di Glasgow, è morto strangolato. A riportare la notizia è il Mail Online secondo il quale il piccolo sarebbe rimasto intrappolato nel cavo elettrico di una lampada Ikea, Modello Smila. Il bambino sarebbe rimasto intrappolato nel filo elettrico della lampada da notte e una volta in ospedale, i medici non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.

Sui vari siti Ikea, compreso quello italiano, tuttavia, non c’è alcun riferimento alla pericolosità delle lampade modello Smila che non sono difettose e sono state costruite a norma di legge. Ciò che è importante è il montaggio ad hoc delle lampade che se montate nel rispetto dei formali precetti di sicurezza, non sono pericolose per la salute dei bambini.

In linea di massima, è essenziale non lasciare nelle vicinanze dei bambini:

  • fili pendenti
  • non coprire le lampade con coperte e tessuti
  • spegnere le lampade durante la notte

Per fare chiarezza, l’Ikea ha pubblicato il seguente comunicato:

I cavi delle lampade da parete SMILA possono costituire un pericolo di strangolamento per i bambini.

IKEA invita tutti i clienti che hanno fissato alla parete una lampada IKEA SMILA a verificare subito che la lampada stessa e il cavo siano fuori dalla portata dei bambini che si trovano nel lettino o nel box e che il cavo della lampada sia saldamente fissato alla parete.

I cavi delle lampade possono costituire un pericolo di strangolamento per neonati e bambini.

IKEA invita i clienti a recarsi al reparto Cambi & Resi in negozio o a contattare il Servizio Clienti al numero verde 800 92 46 46 , dalle 9 alle 20, da lunedì a sabato, per ricevere gratuitamente un kit contenente un’etichetta con le avvertenze, le istruzioni di sicurezza e gli accessori autoadesivi per fissare il cavo della lampada alla parete.

IKEA ricorda ai clienti che qualsiasi prodotto dotato di fili, come tende e veneziane, può rappresentare un pericolo di strangolamento. I cavi accessibili dovrebbero essere sempre tenuti fuori dalla portata dei bambini.

Ci scusiamo per eventuali disagi provocati”.