Gossip News » Primo Piano » Fabrizio Corona: senza l’esperienza della prigione sarei morto

Fabrizio Corona: senza l’esperienza della prigione sarei morto

fabrizio-corona

CORONA – Fabrizio Corona prosegue a farsi sentire dal carcere dove è rinchiuso ormai da diversi mesi.

Dopo il rapporto epistolare con Nina Moric, ora tocca a un’intervista con Vanity Fair dove l’ex reuccio dei paparazzi fa un po’ di ammenda e forse comincia a prendersi le proprie responsabilità.

Corona parla della celebre fuga in Portogallo, aggiungendo però che più che una fuga è stata una farsa.

“Ho perso la fiducia dei magistrati e la mia credibilità. Anche se il mio non è stato un vero tentativo di evasione”.

Ora che è confinato dietro le sbarre Corona ha la possibilità di essere veramente libero e infatti dichiara che il suo precedente stile di vita avrebbe potuto avere tragiche conseguenze.

“Sono riuscito a fermarmi, ad avere il tempo di riflettere. Non voglio sembrare drammatico, ma se non fossi finito in prigione, sarei potuto morire”.

Corona descrive come viveva ai tempi in cui era libero di fare quel che voleva.

Ero ossessionato dal successo, dai soldi. Dovevo avere le donne più belle, il fisico più scolpito, il look più alla moda. Volevo una vita perfetta e avevo il terrore di perdere tutto. E così mi ammazzavo di lavoro, incontri, appuntamenti, palestra. Il chirurgo mi aiutava a fermare il tempo, le sostanze chimiche mi davano una mano a reggere. Mi riempivo di pillole..”

Corona dichiara di essere molto cambiato durante la detenzione in carcere.

“Ho i capelli lunghi e ricci, la barba curata, ho perso molti denti, sono dimagrito, la mia faccia non ha più quel gonfiore chimico”.

Ma a mancargli, più di tutto non è il sesso, ma le emozioni.
“Ne ho fatto così tanto prima del mio arresto che quasi avevo la nausea. Quello che mi mancano sono le emozioni”.

Corona è davvero cambiato? Voi cosa ne pensate?