Gossip News » Primo Piano » Sanremo 2014, inizio col botto: dalla protesta degli operai all’omaggio a De Andrè

Sanremo 2014, inizio col botto: dalla protesta degli operai all’omaggio a De Andrè

Immagine

SANREMO 2014 – La 64esima edizione del Festival di Sanremo è iniziata con il botto. La scaletta iniziale, infatti, è saltata per il tentato suicidio di due operai che hanno chiesto a Fabio Fazio di leggere in diretta una loro lettera indirizzata alle istituzioni: “Sono lavoratori di Pompei, Napoli e Caserta – ha spiegato Fabio Fazio quando, dopo alcuni momenti di grande concitazione, è tornata la calma – che hanno problemi di lavoro e reclamano il diritto alla loro dignità. Non c’è niente di più importante di questo».

La prima serata può dunque iniziare con l’omaggio di Luciano Ligabue che, insieme a Mauro Pagani, rende omaggio a Fabrizio De Andrè cantando «Creuza de ma». Sul teatro Ariston entra in scena Luciana Littizzetto con un costume da Bluebelle sulla cui scollatura c’era una statua di Vincenzo Mollica. Dopo anni, torna da star all’Ariston anche Laetitia Casta a cui ruba la scena una Tania Cagnotto molto sexy che sale sul palco di Sanremo con un vestito sotto il quale, probabilmente, non indossa nulla facendo dimenticare improvvisamente la famosa farfalla di Belen. Arriva poi il momento di Raffaella Carrà che, prima rivolge un appello per i due Marò e poi ha cantato “Rumore” indossando l’abito originale.

La prima serata di Sanremo è stata anche la serata delle canzoni. Sul palco sono saliti sette big che hanno proposto due canzoni delle quali sono una è stata ammessa alle serate successive.

Questo il quadro della canzoni eliminate:

◾Arisa – Lentamente (Il primo che passa)

◾Frankie hi-nrg – Un uomo è vivo

◾Antonella Ruggiero – Quando balliamo

◾Raphael Gualazzi ft. The Bloody Beetroots – Tanto ci sei

◾Cristiano De André – Invisibili

◾Perturbazione- L’Italia vista dal bar

◾Giusy Ferreri – L’amore possiede il bene

Queste, invece, le canzoni ammesse:

◾Arisa – Controvento

◾Frankie hi-nrg – Pedala

◾Antonella Ruggiero – Da lontano

◾Raphael Gualazzi ft. The Bloody Beetroots – Liberi o no

◾Cristiano De André – Il cielo è vuoto

◾Perturbazione- L’unica

◾Giusy Ferreri – Ti porto a cena con me