Gossip News » Attualità » Lei gli sviene tra le braccia, lui sorride felice. Scoprite perché!

Lei gli sviene tra le braccia, lui sorride felice. Scoprite perché!

La ragazza che vedete nella foto si chiama Kayla Montgomery, ha 18 anni e non è una ragazza come la altre. L’uomo che la sostiene tra le braccia sorride perché Kayla, ancora una volta, è stata più forte di tutto e di tutti. Siamo in North Carolina e un folto gruppo di ragazze si appresta a partecipare a una corsa di 1.600 metri. Tra queste c’è anche Kayla che scatta subito dopo il colpo di pistola che dà inizio alla gara. Kayla corre più veloce di tutte perché la corsa è l’unica cosa che la fa stare bene e che la fa sentire una ragazza come tante altre.

kaylaKAYLA E LA LOTTA CONTRO LA SCLEROSI MULTIPLA

Da tre anni, Kayla combatte contro la sclerosi multipla ma quando corre sembra che il suo corpo abbia il sopravvento sulla malattia. Durante la corsa, infatti, Kayla non sente alcun dolore e le sue gambe si muovono a velocità costante. Quando taglia il traguardo, però, la malattia torna ad essere più forte e Kayla si accoscia a terra perdendo il controllo del suo corpo: “Quando smetto di correre mi sento come se non avessi niente sotto di me, le mie gambe poco a poco si intorpidiscono. Ho tentato ad allenarmi per pensare ad altro durante la corsa, ma quando l’adrenalina finisce non riesco a controllare le gambe, e cado” dice Kayla.

Lo scorso mese, Kayla ha vinto la corsa dei 3.200 metri e ora si sta preparando per una gara nazionale che si terrà a New York sui 5000 metri. Il suo allenatore, Patrick Cromwell, dice: “Quando le fu diagnosticata la malattia, lei mi disse: -Coach non so quanto tempo mi resta ma non voglio mollare- ed io pensai, wow che grinta”.

Prima della malattia, Kayla non era la campionessa che è oggi. Allenamento dopo allenamento e gara dopo gara, Kayla si accorse che le sue gambe erano come intorpidite durante la corsa e questo le consente di realizzare dei tempi favolosi. Alla fine di ogni gara, però, i dolori tornano e così il suo allenatore la prende in braccio mentre i suoi genitori le portano del ghiaccio per alleviare i dolori e abbassare la temperatura corporea. Oltre ad essere una campionessa sul campo, Kayla ogni giorno dimostra di essere anche una campionessa nella vita.