Gossip News » Primo Piano » Emis Killa: tour sospeso perchè ricoverato in ospedale

Emis Killa: tour sospeso perchè ricoverato in ospedale

Il rapper Emis Killa, che qualcuno ha etichettato come “figlio di papà” si è sentito male ed è corso in ospedale per ricevere le cure adeguate

emis killaEmis tranquillizza i suoi follower “Eccomi qui, ora sto meglio!

Il rapper, che si trovava nella sua abitazione a Vimercate, vicino Milano, dopo essersi sentito male durante notte è stato ricoverato in ospedale dove lo hanno sottoposto a tutti gli accertamenti del caso diagnosticandogli una grave infezione alle tonsille e dimettendolo dopo alcune ore.

La sua casa discografica, la Carosello Records, ha immediatamente diramato una nota ufficiale: “A causa di un problema di salute, Emis Killa ha rinviato le date del Mercurio Tour che avrebbe dovuto tenere il 4 aprile alla Casa della Musica di Napoli e sabato 5 aprile al Demodè di Bari. Come annunciato sui social network, è stato ricoverato in ospedale. Le nuove date di Napoli e Bari saranno comunicate a breve”. Il tour riprenderà il 24 maggio dalla città di Pavia.

Tornato a casa Emis Killa ha tranquillizzato i suoi fan attraverso la sua fanpage di facebook scrivendo: “Eccomi qui! non proprio sano e vispo come avrei sperato, ma sto scrivendo di mano mia, quindi va bene così. Come vi hanno informato ho avuto una grave infezione alle tonsille/faringe e di conseguenza sono stato ricoverato al pronto soccorso, dopo giorni di totale impotenza verbale e motoria per via della febbre alta ho quindi dovuto rinviare alcuni appuntamenti di lavoro. Attualmente non sono ancora in grado di parlare ma mi sto curando molto fermamente per tornare sul palco il prima possibile, per il momento ringrazio tutti quanti per la comprensione e l’interesse mostratomi in questi giorni, in particolare un ringraziamento a mia mamma, ai parenti e agli amici che mi sono stati dietro, a Moh che mi è stato appresso in ospedale e non per 2 giorni, e un grosso grazie al mio manager Zanna, al mio discografico Dario, a Giuseppe e lo staff di Sky, e a Massimo di Live Nation per aver compreso la situazione e aver dato priorità alla mia salute piuttosto che al lavoro (non sempre è scontato ma sono fortunato a lavorare con persone così). Ovviamente un caloroso grazie a voi che dovrete aspettare ancora un po per queste 2 date rinviate, le riprenderemo il prima possibile e darò fuoco al palco come se non fosse mai successo un ca**o, grazie a tutti, ora mi stendo a letto, a presto”.

Numerose le testimonianze di affetto e gli auguri dei suoi fan ai quali noi ci uniamo, guarisci presto!