Gossip News » Primo Piano » Valeria Marini shock: ‘Ecco perchè il mio matrimonio è finito’

Valeria Marini shock: ‘Ecco perchè il mio matrimonio è finito’

Dopo appena un anno di matrimonio, Valeria Marini ha deciso di separarsi dal marito, Giovanni Cottone con cui sembrava pronta a coronare il suo sogno d’amore e a realizzare il grande sogno di diventare mamma. Purtroppo, però, dopo appena dodici mesi, Valeria Marini è stata costretta ad aprire gli occhi.

valeria-mariniVALERIA MARINI SHOCK SULLA FINE DEL SUO MATRIMONIO

Il Corriere della Sera riporta una lunga dichiarazione in cui Valeria Marini spiega finalmente perché è finito il suo matrimonio con Giovanni Cottone. La separazione, come annuncia Valeria Marini va avanti la quale, però, spiega che Giovanni Cottone non ci sta: “In Tribunale non si presenterà, vuole rivedere alcune cose con me a cena. Non so quali: avevamo già firmato l’accordo il 16 aprile. Ora non mi lascia tante altre strade da percorrere”.

Sin dall’inizio, Valeria Marini e Giovanni Cottone hanno avuto diversi problemi, compresi quelli economici: “I problemi economici si superano. Ma il vero problema riguardava noi due: il nostro matrimonio non è mai stato consumato. Incredibile, vero?”.

Tuttavia, a scatenare la crisi tra Valeria Marini e il marito è stato il rapporto tra Giovanni Cottone e la madre della showgirl: “Gianni ha cambiato atteggiamento proprio quel mattino. Lo ricordo ancora adesso mentre reagisce male quando gli parlo di una cosa che riguarda mia madre: «Non me ne frega niente, pensaci tu». Mi sono detta, magari è nervoso. Purtroppo questo suo aspetto arrogante e aggressivo si è ripetuto. Ha usato toni inaccettabili verso i miei familiari. Pure a San Valentino, quando mi propose di andare a cena fuori per recuperare il matrimonio, finì con lui che inveiva contro mia madre davanti a tutti mentre io non la smettevo di piangere”.

Prima delle nozze, però, come spiega Valeria Marini, Giovanni Cottone non era affatto così: “Prima delle nozze era sempre stato rispettoso verso mamma e mio fratello. Dopo, ha cominciato a dire fai così, fai cosà. Ero molto sorpresa, e confusa. Da un lato c’era lui dall’altro i miei affetti, la mia famiglia, la donna che mi ha generato: era un conflitto troppo grande”.

Non abbiamo mai avuto una vita matrimoniale – prosegue Valeria MariniGianni spariva, mi diceva che era in un posto e poi scoprivo che era andato in un altro. I suoi guai finanziari li ho scoperti dalla rassegna stampa di Google. L’ho aiutato, anche economicamente, perché era giusto farlo: ci siamo sposati nella buona e nella cattiva sorte, mi era chiaro, sono cattolica praticante e so di aver fatto un giuramento davanti a Dio. Sono stata ingannata”.

Infine, Valeria Marini nega di aver tradito Giovanni Cottone con un toy boy: “Ne sono addolorata, perché in nome dell’affetto e del rispetto che ancora mi legano a lui vorrei mantenere un rapporto civile. Come possa dirlo, non lo so. So invece di essere pedinata, inseguita e braccata dai fotografi: è un fatto. E guarda caso lui sa sempre prima quando un rotocalco sta per pubblicare delle foto. Strano, no? Però, e le carte lo testimoniano (e in effetti le mostra sul tavolo, ndr ), l’11 marzo abbiamo firmato un foglio in cui ci autorizzavamo a vivere separati, mentre il 16 aprile abbiamo firmato un accordo consensuale che è stato poi depositato in Tribunale. In teoria, e lo dico solo in teoria, io già ora potrei uscire con chi voglio senza tradire nessuno. Ma adesso desidero solo la compagnia delle persone che mi vogliono bene”.