Gossip News » Primo Piano » Gabriele Muccino contro Selvaggia Lucarelli

Gabriele Muccino contro Selvaggia Lucarelli

Selvaggia Lucarelli, per la quale Naike Rivelli non ha usato termini positivi, a livello lavorativo non sta attraversando un bel periodo, infatti anche il regista Gabriele Muccino si scaglia contro di lei

gabriele muccino contro selvaggia lucarelliGabriele Muccino “Lucarè ce l’hai un cervello oltre ai followers?

Selvaggia Lucarelli, nel suo blog, ieri ha commentato i film diretti dal regista Gabriele Muccino scrivendo:
<<Muccì, ascolta. Bisogna che qualcuno te lo dica. In alcuni dei tuoi film “americani” il doppiaggio era meglio del film stesso. Molti grandi attori americani hanno elogiato il lavoro dei loro doppiatori italiani, uno per tutti Woody Allen col povero Lionello. Il doppiaggio è un servizio, non un obbligo. Chi non conosce l’inglese ne usufruisce, chi lo conosce no. Se ha voglia. I sottotitoli, per mio gusto personale, sono una grande stronzata. Se col doppiaggio perdi le sfumature della voce, con i sottotitoli perdi espressioni, reazioni, mimica…(omissis)…Come certi tuoi film recitati male in italiano da attori italiani assai mediocri come Accorsi e la sua vocina stridula e gli urletti da castrato o certi tuoi film americani semplicemente brutti in lingua originale e non. Fossi un doppiatore, dopo queste dichiarazioni, lo farei doppiare agli amici tuoi, il tuo prossimo film. Oppure tira fuori le palle e porta nelle sale italiane i tuoi film in lingua originale. Non li snaturare, fa questo favore al tuo paese di caproni. Nel frattempo, ti riferisco il pensiero di Pino Insegno a cui ho chiesto stamattina un parere sulle tue dichiarazioni: “Muccino. Fai una bella riflessione. Magari servirebbe a te un bel doppiatore che renda fruibile quello che dici”.>>

Chiaramente Gabriele Muccino non ha tardato a rispondere alla giornalista scrivendole attraverso la sua pagina Facebook. Ecco quanto scritto da Muccino diretto alla Lucarelli
<<Sulla notizia arrivata in perfetto timing sull’incremento della voglia di vedere film sottotitolati in sala e su Selvaggia Lucarè- O Servaggia…fate voi.
INGLORIOUS BASTARDS di Tarantino, parla 3 lingue: inglese, francese e tedesco. Nessuna delle tre parti del film non in inglese è stata doppiata ma semplicemente sottotitolata. Del resto in America i film doppiati non esistono tout court. Inglorious Basterds ha incassato nel mondo 321 milioni. Alla faccia dunque delle dozzine di persone, attori, doppiatori , lobbisti, e incompetenti che oggi hanno intasato la mia bacheca di insulti, a partire dalla signora più supponente e arrogante, la seguitissima ma a me sconosciuta Selvaggia Lucarelli, che in un suo post oggi esordisce con un virgolettato “Mucci'”, tra il borgataro e il denigratorio come tutta la sua inutile inconsistente filippica contro me, i miei film, la risibile necessità di vedere film in lingua originale per arricchirsi anche culturalmente, e poi punteggiature da maestrina stitica sui typos commessi, offese gratuite ai miei attori e persino al mio modo di parlare. Cosa non si fa per esistere, vero Pino Insegno che, coinvolto da lei, mi hai suggerito un doppiatore? ah ah! Peccato che questa è vecchia! Ma ora ci penso! Un doppiatore per le interviste, visto che odio rilasciarne! Ma se non penserò a te, non prendertela. Tanto noi dello spettacolo siamo tutti amici!
Ma tornando a quella che mi chiama Muccì senza avermi mai incontrato, Servaggia, io non so nemmeno cosa faccia nella vita questa tuttofare e nulla produrre, ah si un libro in uscita mi dicono, ma dovrebbe farlo lei un corso, non di doppiaggio ma di maniere (ma quelle buone, di maniere, non portano followers, si sa).
Comunque sia, addentrandosi in una questione tecnica che riguardava solo il cinema, ha insultato la recitazione di Accorsi (che poverino per la sua performance nell’Ultimo Bacio vinse anche un David), Sabrina Impacciatore per aver preso parte al team di doppiatori della Ricerca della Felicità in una particina piccola piccola perché allora temevo, sbagliando nel caso specifico, che i doppiatori fossero troppo impostati. Di fatto lo sono ma per convenzione va bene che lo siano.
Ma a questo punto il post di Servaggia diventa un fiume in piena….e allora eccola che spara persino sugli attori americani dicendo che non sono poi un granché… sono comunque inferiori a quelli italiani doppiati, anzi!. Ha detto esattamente così. Certo non conosce nemmeno la voce di Dustin Hoffmann perché, come dichiara lei stessa, è avversa ai film in lingua originale…come potrà mai giudicarli gli attori americani un’avventuriera del gossip di tale fattura? Ma Lucarè ce l’hai un cervello oltre ai followers? E a tutti coloro che con te, a dozzine hanno detto che guardare un film sottotitolato è impossibile o “scomodo”, nonostante a Parigi , USA ecc sia pratica diffusa, ricordo che THE ARTIST, vincitore del premio Oscar lo scorso anno come miglior film era in bianco e nero e totalmente sottotitolato. Roba da orticaria per Servaggia!!
Ma certamente Servaggia quei film non li vede, quindi possiamo stare tranquilli….meglio sparare due insulti dove capita capita, dire che i miei film sono brutti, ignorando forse che 120 milioni di persone hanno staccato un biglietto alla cassa per vederli (una ragione poverini l’avranno pure avuta, mi chiederei, se fossi in lei). Forse per Servaggia è solo tutto più semplice. È meglio tirare a campare tra un insulto e l’altro, che tanto tira sempre su l’umore degli astanti. La tattica funziona sempre. Fa più ridere una scorreggia che una citazione di Moliere.
Con i migliori saluti da parte dei mediocri amici di Hollywood, Accorsi e Sabrina Impacciatore che si chiedono ancora adesso perché abbiano mal di testa, ti saluto Lucarè. Ma dove hanno mai intruppato?
Gabriele Muccino>>.