Gossip News » Primo Piano » Amanda Lear, un toy boy per non annoiarsi

Amanda Lear, un toy boy per non annoiarsi

Amanda Lear, giudice del talent dei vip condotto da Carlo Conti “Si può fare”, sembra essere ringiovanita e, in un’intervista rilasciata al settimanale DiPiù racconta del Toy Boy, più giovane di lei di 40 anni, con cui si accompagna per non annoiarsi

amanda learAmanda Lear “Anthony è carino, romantico e brillante”

La 72enne Amanda Lear confessa a DiPiù di aver un amico particolare con il quale si diverte dichiarando “Sì, in questo periodo frequento Anthony, un ragazzo molto più giovane di me. È carino, romantico, brillante, e sì, ci faccio pure l’amore…ma non sono fidanzata, non sono più da parecchio tempo perché ho deciso di non appartenere a nessun uomo. Tante volte preferisco rimanere sola, tra le mura della mia casa e pregare. Sono sempre stata molto credente, ma ultimamente è la parte spirituale di me che sta avendo il sopravvento”.

Durante l’intervista, Amanda Lear che non conosce mezze misure, continua la sua intervista dicendo “Me ne sono andata perché la tv italiana mi chiamava solo per fare l’opinionista. Così ho preso il primo volo per la Francia e lì, dove sono molto conosciuta, mi hanno offerto di fare teatro. Ho accettato con grande entusiasmo tanto è vero che ho portato in tournèe ben tre spettacoli. Poi, due mesi fa, mentre ero alle prese con un disco che ho appena inciso dedicato ad Elvis Presley, Carlo Conti mi chiama dicendo: ‘torna, sentiamo tutti la tua mancanza’, e non ho potuto rifiutare“.

Continua parlando del suo ex fidanzato Manuel Casella del quale affermaManuel, dopo la morte di mio marito avvenuta tragicamente durante l’incendio della nostra casa in Provenza nel 2000, è stato senz’altro un amore molto importante. Quando mi ha conosciuta, nel 2001, dunque poco dopo il lutto che mi aveva colpito, ero nel baratro più profondo. Prendevo psicofarmaci di tutti i tipo, ero seguita da uno psichiatra, piangevo dalla mattina alla sera. La depressione, insomma, mi stava consumando. Lui, piano piano, con dedizione, amore infinito, mi ha aiutato a venirne fuori. Non so cosa avrei fatto senza di lui. È da tempo che non lo sento, sono felice che sia diventato papà. Certo, se oggi mi incontrasse direbbe ‘Amanda, come sei cambiata’. Con lui ero ossessiva, gelosa, litigiosa. Mi sentivo stupidamente insicura e questo minava il nostro rapporto. Oggi sono una donna nuova, ho scoperto di avere un lato mistico che mi sta aiutando parecchio”.

Sembra, infatti, che Amanda Lear sia una grande devota di Santa Rita da Cascia.