Gossip News » Cinema » Keira Knightley shock: ‘Mi chiamavano anoressica e mi odiavano’

Keira Knightley shock: ‘Mi chiamavano anoressica e mi odiavano’

Keira Knightley è una delle attrici più brave e affascinanti del momento. Richiestissima dai registi e dagli sponsor, Keira Knightley, per la prima volta, ina una toccante intervista rilasciata all’edizione britannica di Elle, ha parlato del momento più difficile della sua vita, l’adolescenza che è stata condizionata dalla sua carriera.

Keira KnightleyKEIRA KNIGHTLEY SHOCK

E’ un racconto toccante quello di Keira Knightley che ammette di aver vissuto momenti difficili e di aver avuto una bruttissima adolescenza: “Gli anni dell’adolescenza dovrebbero essere vissuti privatamente. Si dovrebbe uscire e ubriacarsi in maniera assurda, ficcarsi in situazioni ridicole, fare degli sbagli. Quel periodo della vita dovrebbe essere dedicato a queste cose e bisognerebbe viverlo in privato”.

Keira Knightley che è diventata famosa sin da giovanissima, ha dovuto far i conti con la cattiveria e l’invidia dei suoi coetanei che la odiavano per il successo da lei ottenuto: “C’è stato un lungo periodo in cui tutti dicevano: “Beh, sei un’attrice di merda, sei anoressica e le persone ti odiano”. Per un’adolescente è molto strano sentirsi dire cose del genere”.

Guardando al futuro, Keira ammette che se sua figlia, un giorno, dovesse dirle di voler fare l’attrice, lei cercherebbe in tutti i modi di farle cambiare strada: “Le direi di non farlo. La scoraggerei in ogni modo possibile”.

Infine, Keira Knightley, nel mondo cinematografico da anni, ammette di voler intraprendere la carriera di regista per dare più spazio alle donne: “La carenza di donne nei film è ciò che in parte mi ha fatto considerare l’idea di diventare una regista. Le cose non possono cambiare se non ci sono più donne nei ruoli di potere. […] Hollywood ha tanta strada da fare. Non credo che qualcuno possa negarlo, basta considerare quanto siano poche le donne che riescono ad ottenere un ruolo principale. Man mano che sto crescendo sono sempre più interessata al ruolo di regista”.