Gossip News » Primo Piano » Chantelle Brown, la prima modella con la vitiligine FOTO

Chantelle Brown, la prima modella con la vitiligine FOTO

Chantelle Brown, definita la “ragazza-zebra” è la prima modella al mondo con la vitiligine, richiesta dai fotografi di tutto il mondo

Chantelle Brown “Ho realizzato il mio sogno”

Chantelle Brown è una bellissima ragazza di 19 anni di origini canadesi che è finita su tutti i tabloid del mondo per una caratteristica unica: è la prima modella con la vitiligine, una malattia della pelle molto diffusa che provoca macchie bianche senza pigmentazione, tra l’altro Chantelle è scura di pelle per cui queste chiazze prive di melanina sono molto più evidenti. Per questa sua caratteristica è stata definita la “ragazza-zebra”.

Chantelle Brown soffre di questa malattia dall’età di 3 anni ma non ha mai messo da parte il suo sogno: diventare una modella famosa dimostrando che “volere è potere” non nascondendo, però, le sofferenze che la stessa malattia le ha provocato durante tutta la sua vita.

Oggi, però, Chantelle, la “ragazza-zebra” ha tirato fuori gli artigli e il carattere di un felino e si è imposta nel mondo della moda tanto da essere una delle modelle più richieste dai fotografi di tutto il mondo.

Chantelle, che oggi va fiera del suo aspetto, racconta dei disagi provati per questo suo aspetto e di quando i bulli la prendevano in giro additandola e dicendole cose orribili, chiamandola “zebra”. Ricorda del suo tentato suicidio e della forza trovata per reagire all’ignoranza e alle cattiverie della gente. Chantelle ce l’ha fatta, ha trovato il coraggio di accettarsi e si è recata proprio nella sua scuola dove era vittima di scherno raccontando a tutti gli studenti la sua esperienza e spronando gli stessi a portare avanti i propri ideali e a credere nelle loro capacità ignorando i bulli.

Oggi Chantelle Brown vive negli Stati Uniti, fiera e orgogliosa del suo aspetto tanto da condividere le sue foto su Instagram scrivendo “Dio mi ha voluta originale e io ho fatto di questa malattia il mio punto di forza”.

Fonte: leggo.it