Gossip News » Curiosità » SAPEVI CHE… il copriwater è assolutamente inutile?

SAPEVI CHE… il copriwater è assolutamente inutile?

bagno-pubblicoAnche voi, quando entrate in un bagno pubblico, vi preoccupate di ricoprire accuratamente la tavoletta con il classico copriwater di carta o con la carta igienica? Anche voi, se non avete niente a disposizione per creare quello “strato” tra voi e… gli altri, vi arrangiate come potete, sfruttando i muscoli delle gambe per fluttuare sopra alla tavoletta come fachiri?

Allora anche voi rimarrete di sasso leggendo le dichiarazioni del dottor Philip Tierno, direttore del dipartimento di microbiologia alla New York University Medical Center.

Il medico ha infatti rivelato che copriwater, barriere di carta igienica, pose da fachiro… è tutto inutile: “Non si può dire che sul sedile non si annidino batteri causa di malattie” ha dichiarato “ma questo non significa per forza ammalarsi. La nostra pelle funziona già come barriera protettiva, i virus dell’herpes, dell’HIV non sopravvivono a lungo al di fuori del corpo umano. Figuriamoci su una fredda e dura tavoletta“.

Anche lo specialista di malattie infettive alla Vanderbilt University Medical Center, il dottor William Schaffner, concorda con il collega: “Il water non è veicolo di trasmissione di agenti infettanti. Nessuna parte del corpo a rischio viene a contatto con i batteri. Insomma, se ti appoggi non succede nulla!“.

E i copri water? “Di solito sono fogli troppo sottili, si avvolgono su se stessi e scappano via. Per essere veramente protetti bisognerebbe usarli doppi e poi, ancora meglio, inserire sopra una copertura in plastica. Ma queste barriere sono più psicologiche che fisiche. La maggior parte dei batteri si nasconde sotto la tavoletta, perché è la zona più sporca e sicuramente meno pulita rispetto a quella superiore. Quando si tira l’acqua, alcuni elementi riescono a raggiungerla sporcandola“.

Inoltre, come ricorda il dottor Tierno, dovremmo preoccuparci di più di lavarci bene le mani dopo essere andati in bagno: “Altro che water, le dieci cose più sporche in assoluto sono le nostre dita“.