Gossip News » Attualità » Ti fai troppi selfie? Ecco cosa potrebbe succedere al tuo cervello

Ti fai troppi selfie? Ecco cosa potrebbe succedere al tuo cervello

fail-selfies6Il momento è perfetto: c’è un così bel tramonto e voi vi sentite in gran forma e volete assolutamente far sapere a tutti i vostri amici che siete belli e felici. E allora prendete il vostro smartphone e vi scattate l’ennesimo selfie, che subito postate su Facebook e Twitter. Poi vi infilate il cellulare in tasca con nonchalance ma non resistete a lungo, e dopo nemmeno un paio di minuti vi fiondate a controllare se qualche amico ha già messo Mi Piace o vi ha lasciato un commento.

Vi riconoscete? Allora siete dei veri e propri maniaci dei selfie e, secondo uno studio condotto da Maryanne Garry, docente di Psicologia alla Victoria University di Wellington in Nuova Zelanda, i vostri ricordi sono a rischio!

Già, secondo questa ricerca, chi si preoccupa di scattare il selfie perfetto in pratica… si perde il momento. Incurante delle bellezze che lo circondano – e perché no, anche delle altre persone presenti, con cui dovrebbe condividere quei momenti – il maniaco dei selfie si concentra sullo scatto in sé, preoccupandosi in particolare di apparire il più fotogenico possibile e di inquadrare sapientemente lo sfondo, lasciando fuori tutto il resto e perdendo la coscienza del momento che sta vivendo.

Le persone fanno mille foto e poi le scaricano da qualche parte e in realtà non hanno il tempo di guardarle molto perché è troppo difficile etichettarle e organizzarle. Questa mi sembra una perdita” racconta la Garry.

Già perché da quando la fotografia digitale ci permette di scattare e salvare migliaia e migliaia di foto senza spendere un centesimo per lo sviluppo, tendiamo a scattarne e immagazzinarne ben più del necessario e a ritrovarci CD o hard disk talmente “zuppi” di foto da non trovare nemmeno il coraggio di riguardarle e magari catalogarle e perché no, stamparle e creare un album da sfogliare con le persone che amiamo.

Ha davvero senso accumulare tanti scatti e perderci preziosi momenti che potrebbero far parte dei nostri ricordi, anziché dei nostri hard disk?