Gossip News » Primo Piano » Temptation Island, commenti e anticipazioni

Temptation Island, commenti e anticipazioni

La prima puntata di Temptation Island, il nuovo reality che mette a dura prova la fedeltà di coppia, è stata seguita da circa 3 milioni di spettatori. Ecco quello che racconta Claudio Leotta, uno degli autori del reality

Temptation IslandTemptation Island, Tara ancora molto arrabbiata con Cristian

L’autore di Temptation Island , Claudio Leotta, intervistato da TvBlog racconta alcuni retroscena del reality e si lascia andare ad alcune anticipazioni che vedremo nelle prossime puntate.

Nella prima puntata la bella Tara Gabrieletto, compagna di Cristian Galella, coppia formatasi davanti alle telecamere di Uomini & Donne, non ha preso molto bene un video nel quale si vedeva il suo compagno che chiacchierava con Veronica. Tara avrà superato lo shock di quanto visto? Claudio Leotta risponde “Tara si è ripresa, da quello che si vedrà nella seconda puntata in realtà no, quello che ha visto le ha dato veramente fastidio. La reazione che ha avuto è stata ben visibile”.

Ecco uno stralcio della lunga intervista fatta a Claudio Leotta.

Avete scelto Filippo Bisciglia come conduttore per puntare alla vetta di Twitter?
No guarda, la scelta di Filippo non è stata una scelta fatta su quei ragionamenti. Tra l’altro mi è dispiaciuto perché ho letto tante cose brutte su di lui, che è un pesce fuor d’acqua, che non è in grado e non è capace. Io invece l’ho trovato perfettamente nelle vesti di quello che in qualche modo gli veniva richiesto. Sai, non è semplice la conduzione di un programma del genere…(Omissis)…Credo che chiunque altro al posto di Filippo, sarebbe stato comunque massacrato, qualunque altro presentatore emergente.

Mi ha fatto molto ridere l’ingresso dei single e delle single. La loro sfilata sulla spiaggia sembrava molto l’ingresso del Brasile al Maracanà. Come è nata l’idea?
Guarda in realtà quello c’è anche nel format americano di Temptation Island e il passaggio dei single è il momento topico, perché sai, farli presentare subito, come si è poi visto nella presentazione ufficiale, forse avrebbe dato un impatto diverso, invece il passaggio…Che poi è quello che succede anche nella vita quotidiana, quando passa un bel ragazzo o una bella ragazza, il commento lo fai, o il gesto

Però i single sono stati un pò trascurati.
È stata una cosa voluta poiché l’accento non viene posto sui single in questo programma. L’accento è posto sulle coppie, sui fidanzati e sulle dinamiche che questi creano coi single. Ovvio è, che quando ci saranno dei single che creeranno dei rapporti con dei fidanzati o delle fidanzate, un rapporto diverso, e ci saranno, a quel punto vedrai che in sovraimpressione ci saranno anche i nomi dei single.

Quindi mi stai dicendo che ora i single sono tutti buoni, che ascoltano, annuiscono, giocano a tennis e fanno gli amici, ma diventeranno realmente tentatori?
Guarda Diego, noi abbiamo raccontato i primi sei giorni, cercando di dare allo spettatore a casa le informazioni essenziali, quelle che in qualche modo permettesse loro di entrare all’interno delle storie e credo che questo, in qualche modo, sia riuscito. Vedendo la curva negli ultimi due blocchi sale, penso perché lo spettatore in quel momenti sia entrato nelle dinamiche che stiamo raccontando.

Sfatiamo subito la leggenda metropolitana che ci sia qualcosa di costruito? Oppure no? Perché voi, però, diciamolo, ci avete messo del vostro…
Guarda, quello che noi ci abbiamo messo di nostro è solo rispetto ad una struttura e un racconto. Il contenuto del racconto è stato messo dai protagonisti del racconto. Non avremmo potuto forzare le cose.

Torniamo alla puntata di ieri. C’è qualcosa che il pubblico non ha capito delle cinque coppie. C’è qualcosa che ora sembra in un modo, ma che porterà ad un colpo di scena?
Colpi di scena ce ne saranno sicuramente. Posso chiedere a te? Tu l’hai visto? Ovviamente si. Che idea ti sei fatto delle cinque coppie?

Che abbiamo tre coppie di partecipanti e due che per ora sono di villeggianti…
Due coppie messe un pò più in disparte…

Anticipiamo qualcosa della settimana prossima: alla fine della puntata avete piazzato lì un Cristian che inveisce contro qualcuno…
Quella non te la dico però, quella è bella da vedere!

Eh ma dimmi almeno il motivo…
Cristian ha avuto un momento di crisi. L’hai visto molto arrabbiato, l’hai visto molto agitato. Quello è un momento molto particolare che riguarda la coppia Cristian-Tara. Urla perché vede qualcosa che gli dà fastidio o comunque viveva in quel momento uno stato d’animo particolare. È più corretto dire così. Stava vivendo uno stato d’animo particolare e l’ha sfogato in quel modo. Rispetto ad altre cose, ti posso dire che nella prossima puntata ci sarà una coppia che sarà messa a dura prova; una delle fidanzate soffrirà molto per delle cose che vede; uno dei protagonisti riceverà anche un videomessaggio da parte del proprio fidanzato o della propria fidanzata, conseguentemente a qualcosa che quest’ultimo/ultima ha visto, e attraverso il videomessaggio esprimerà il proprio disappunto.

Ma era previsto nel format italiano il videomessaggio?
Era una cosa che è presente anche nel format americano. È a discrezione. Non c’è un diktat. Succede solo in casi eccezionali quando la produzione lo ritiene, viene data a chi lo richiede la possibilità di registrare un videomessaggio.

Ti faccio l’ultima domanda, poi ti lascio andare e ci risentiamo venerdì prossimo. Ti chiedo un’anticipazione enorme: Nicolò riuscirà a trombarsi la mente di Giorgia prima della fine del programma?
Nicolò… Nicolò no, non è una cosa che a noi interessa raccontare.

Quindi rimane lì: l’avete buttata lì, ma rimarrà una questione insoluta…
Rimarrà lì e il colpo di scena, per sapere se ci è riuscito bisognerà chiederlo a Giorgia.

Quanti di loro troveremo in veste di attori o di futuri tronisti?
Questo non lo so, non so che cosa possa portare questo programma a questi ragazzi. All’epoca Vero amore fu un programma che in qualche modo portò tanti di loro in televisione, ma erano anche altri tempi. Sinceramente non te lo so dire. Buon per loro se questa esperienza porta a loro qualcosa di buono…

Se vuoi leggere l’intervista completa su TvBlog clicca qui.