Gossip News » Primo Piano » Micol Olivieri, incinta, ha sposato il suo Christian: le foto delle nozze

Micol Olivieri, incinta, ha sposato il suo Christian: le foto delle nozze

Bellissima, raggiante e innamoratissima, Micol Olivieri, conosciuta come Alice nella fiction I Cesaroni, ha sposato il suo Christian Massella, da cui aspetta una bambina. Entrambi giovanissimi, i novelli sposi si sono giurati amore eterno davanti ad amici e parenti. Con loro, naturalmente, c’era anche il frutto del loro amore, la piccolo che Micol porta ancora in grembo e che tra qualche mese verrà alla luce.

MICOL OLIVIERI E LE NOZZE CON CHRISTIAN MASSELLA

Micol Olivieri e Christian Massella si sono sposati in un casolare dell’Olgiata a Roma. “E’ stata una giornata davvero magica e la nostra bambina sembra aver apprezzato perché mi ha lasciata tranquilla”, scrive Diva e Donna che pubblica in esclusiva anche l’album delle nozze. “Il momento più emozionante – confessa Micol – è stato la proiezione del video con le nostre foto più belle sulle note dei Tiromancino”.

Vista la giovane età degli sposi, la cerimonia è stata molto semplice, all’aperto, seguita poi da una festa in stile country. “L’unica piccola preoccupazione è stata la pioggia, incombevano nuvoloni pazzeschi, per fortuna l’abbiamo scampata”. 

Micol Olivieri, poi, racconta l’emozione vissuta la notte prime del matrimonio: “La sera prima sono andata a dormire a casa di mia zia vicino al casale. Non ho chiuso occhio tutta la notte, all’alba ho subito iniziato a prepararmi…”.

E ora che il sì è stato pronunciato, Micol Olivieri e Christian Massella sono pronti per accogliere la loro bambina che avrà un nome particolare. A tal proposito, la Olivieri racconta: “Ho preso sei chili e superato un momento di crisi – ha spiegato durante l’intervista al settimanale Diva e Donna – ho avuto paura per una colica, ma la bambina sta bene. Aspettiamo una femminuccia, anche se per motivi diversi entrambi volevamo un maschietto. Io perché so che quando crescono sono più legati alla madre, Christian perché sperava di poterci giocare al pallone”.