Gossip News » Attualità » Fabrizio Corona, Marco Travaglio chiede la grazia: i vip accolgono l’appello

Fabrizio Corona, Marco Travaglio chiede la grazia: i vip accolgono l’appello

Dopo la richiesta d’aiuto di Fabrizio Corona, a sua favore si schiera una firma autorevole del giornalismo italiano come Marco Travaglio che, dalle pagine de Il Fatto Quotidiano, si schiera a favore dell’ex re dei paparazzi chiedendo per lui la grazia. L’appello di Marco Travaglio è stato subito accolto non soltanto dal popolo del web con l’hashtag #graziapercorona ma anche da diversi vip.

FABRIZIO CORONA IN CARCERE: MARCO TRAVAGLIO CHIEDE LA GRAZIA PER LUI

Marco Travaglio, prendendo come occasione la recente assoluzione di Silvio Berlusconi, ha quindi lanciato un appello a favore di Fabrizio Corona che è ancora rinchiuso nel carcere di Opera: “Ora che le telefonate di un premier alla Questura di Milano per far rilasciare una minorenne fermata per furto non sono più reato, una domanda sorge spontanea: che ci fa Fabrizio Corona nel carcere milanese di massima sicurezza di Opera per scontarvi un cumulo di condanne a 13 anni e 8 mesi, poi ridotte con la continuazione a 9 anni? È normale che un quarantenne che non ha mai torto un capello a nessuno marcisca in prigione accanto ai boss mafiosi al 41bis, per giunta col divieto di curarsi e rieducarsi, fino al 50° compleanno?”.

Marco Travaglio, però, non vuole far passare Fabrizio Corona come un Santo ma sottolinea che la pena che gli è stata inflitta sia davvero eccessiva: “Nessuno sostiene, per carità, che sia uno stinco di santo. Ma neppure un demonio che meriti tutti quegli anni di galera: ne ha già scontati quasi due fra custodia cautelare ed espiazione pena. Ed è bene che resti al fresco un altro po’ a meditare sui suoi errori, come ha iniziato a fare fondando un giornale per i detenuti, Liberamente, e rivedendo criticamente il suo passato nel libro Mea culpa scritto dietro le sbarre. E a curare la sua evidente patologia di superomismo: ma questo gli è impedito dalla condanna “ostativa” subìta al processo Trezeguet”.

Tutti motivi che hanno indotto Marco Travaglio a chiedere la grazia per Fabrizio Corona: “Proprio a questo serve, secondo la Consulta, la grazia: non a ribaltare le sentenze, ma ad “attenuare l’applicazione della legge penale” quando “confligge con il più alto sentimento della giustizia sostanziale…garantendo il senso di umanità” e il fine “di rieducazione della pena”. Una grazia almeno parziale, che rimuova il macigno dei 5 anni “ostativi”, sarebbe il minimo di “umanità” per ridare speranza a un ragazzo che ne ha combinate di tutti i colori, ma senza mai far male a nessuno. Se non a se stesso“.

L’appello di Marco Travaglio è stato subito accolto dal popolo del web e da alcuni vip che non hanno esitato a schierarsi a favore dell’ex re dei paparazzi come Fiorello, Antonella Clerici e Filippo Facci, che su Twitter hanno scritto: “Sì alla grazia”.