Gossip News » Attualità » Oscar Pistorius colpevole dell’omicidio di Reeva Steenkamp

Oscar Pistorius colpevole dell’omicidio di Reeva Steenkamp

Oscar Pistorius colpevole dell’omocidio di Reeva Steenkamp, questo l’incredibile verdetto promulgato oggi in quel di Pretoria ad opera del giudice Masipa.

OSCAR PISTORIUS COLPEVOLE:  LO ATTENDONO 15 ANNI DI GALERA?

Oscar Pistorius colpevoleFinalmente arriva la giustizia per la violenta morte della modella sudafricana deceduta nella notte di San Valentino del 2013 in un sobborgo residenziale di Johannesburg. Quasi a sorpresa, dopo che ieri era caduta l’accusa di omicidio premeditato lasciando tutti sgomenti è arrivato il verdetto che forse darà un minimo di pace a tutti coloro che amavano e stimavamo Reeva Steenkamp. Ora Oscar Pistorius colpevole vede aprirsi davanti a sé un baratro nero fatto di sbarre di ferro in cui restare per 15 anni, tanta è la condanna assegnatagli dal giudice Masipa che ieri era stata fortemente criticata dall’opinione pubblica per la sua decisione e per essere apparsa di “manica troppo larga” con il campione sportivo che l’anno scorso aveva trucidato la fidanzata con ben 4 colpi di pistola mentre la giovane si nascondeva terrorizzata dietro la porta del bagno.

Ecco le motivazioni della sentenza che è stata pronunciata questa mattina.

“Le evidenze raccolte dimostrano che ha agito negligentemente. Una persona ragionevole avrebbe dovuto prevedere che sparare ad una persona dietro ad una porta avrebbe potuto causare danno o ucciderla”.

Finisce così l’incredibile parabola della vita di quest’uomo che aveva stupito il mondo con il suo coraggio e la sua voglia di farcela nonostante la grande disabilità. All’età di 2 anni infatti Oscar Pistorius aveva subito l’amputazione della parte inferiore delle gambe.

Questo però non gli aveva precluso il desiderio di affermarsi in campo sportivo, vincendo una dura battaglia per correre insieme ai “normodotati”.

Poi la tragedia e il processo che hanno portato il suo volto nuovamente sulle prime pagine dei giornali, questa volta non per meriti sportivi, ma come principale indagato per l‘efferato delitto della fidanzata ora riconosciuto come omicidio colposo.

Oscar Pistorius e i suoi legali avevano sempre sostenuto la tesi del ladro che, intrufolatosi nell’appartamento, l’aveva spinto, preda della paura, a far fuoco, accorgendosi solo successivamente che dietro alla porta del bagno di nascondeva la povera Reeva.

Evidentemente il team di super avvocati, le ricostruzioni video e le testimonianze non sono bastati a convincere la giuria della sua innocenza e certo non ha aiutato nemmeno lo stesso Oscar Pistorius colpevole scoppiando a piangere spesso durante il processo.

Finirà davvero così? Noi immaginiamo che prima di varcare le porte del carcere Pistorius e i suoi si appelleranno a ogni cavillo e ricorso possibile.

Noi di Sologossip vi abbiamo tenute aggiornate sull’evolversi della vicenda e continueremo a farlo.