Gossip News » Attualità » Cammina per strada, 100 molestie in un giorno: l’esperimento shock

Cammina per strada, 100 molestie in un giorno: l’esperimento shock

Un esperimento che ha dell’incredibile quello condotto da Hollaback!, un movimento internazionale che vuole mettere fine alle molestie in strada commesse ogni giorno nel mondo, Italia compresa.

Una telecamera nascosta ha ripreso una lunga passeggiata di una ragazza come tante, una 24enne americana che, vestita con jeans, t-shirt senza scollature, scarpe da ginnastica e trucco leggero, ha camminato per le vie di New York per circa 10 ore.

La ragazza ha collezionato più di 100 molestie da parte di passanti, praticamente una ogni 6 minuti. Se qualcuno si è limitato a farle un breve complimento o a salutarla calorosamente, c’è anche chi si è azzardato a seguirla per un lungo tratto in silenzio o chiedendole insistentemente il numero di telefono.

La donna non ha dovuto fare niente di particolare per attirare le indiscrete attenzioni degli uomini: sguardo fisso in avanti, camminata decisa, non un sorriso, non un’esitazione che potessero trarre in inganno o far pensare ai passanti che la 24enne fosse in cerca di nuove amicizie.

“10 Hours of Walking in NYC as a Woman”, questo il nome del video che in poche ore ha ottenuto milioni di visualizzazioni e di commenti da tutto il mondo.

Hollaback! è animato da attiviste e attivisti di tutto il mondo, che lavorano insieme per approfondire la conoscenza del fenomeno delle molestie a sfondo sessuale per strada. È nato nel 2005 a New York per iniziativa di tre ragazzi e quattro ragazze ispirati dal gesto di una donna, Thao Nygen, che caricò su Flikr la foto di un uomo che si era masturbato davanti a lei in metropolitana a New York. In poco tempo la foto dell’uomo fece il giro della rete fino ad approdare sulla prima pagina del New York Daily. Sull’esempio di Thao Nygen, i sette giovani decisero di dar vita a un blog che raccogliesse le storie di donne e di persone LGBTQ* vittime delle molestie in strada. Hollaback! è oggi attivo in 63 città e in 25 paesi.