Gossip News » Primo Piano » Rocco Pietrantonio, dalle stelle alle stalle: ‘Toccato il fondo dopo la separazione’

Rocco Pietrantonio, dalle stelle alle stalle: ‘Toccato il fondo dopo la separazione’

Ricordate Rocco Pietrantonio, ex fidanzato di Lory Del Santo che in seguito ha sposato Claudia Boldi, nipote del più famoso Massimo? Nelle ultime settimane, la sua vita è completamente cambiata. A dichiararlo è proprio Rocco Pietrantonio che, in un’intervista al settimanale di gossip Chi, ha raccontato non solo di essersi separato da Claudia Boldi ma anche di aver toccato il fondo.

rocco pietrantonioIL DRAMMA DI ROCCO PIETRANTONIO

Il matrimonio con Claudia Boldi è finito. Ho lasciato casa e nostra figlia. Ho toccato il fondo, dormito in macchina e alla stazione. Ora però devo ripartire”.

Rocco Pietrantonio e Claudia Boldi si sono sposati il 26 maggio 2012 e dalla loro unione è nata una bambina: “Poco tempo dopo il parto – ha fatto sapere a “Chi” – otto mesi fa, il nostro rapporto si è trasformato. Non ci siamo più cercati. L’amore si è trasformato in affetto. Così, questo autunno ci siamo detti: “Mettiamo fine a questa farsa”. Me ne sono andato di casa: quattro giorni in giro per Milano da solo, perché in questi due anni di “isolamento” avevo perso tutti i miei amici. Poi ho preso la macchina e sono tornato a Bari da mia madre, che oggi si è rifatta una vita con un nuovo compagno”.

Fortunatamente, Rocco Pietrantonio è stato accolto a braccia aperte dalla madre: “Mi sono recato a casa del suo nuovo uomo: noi non abbiamo più nemmeno la nostra, è stata inghiottita dai debiti di mio padre. Lei mi ha guardato e sono bastate poche parole: ”Amore, ti abbiamo preparato la stanza”. Piangendo, mi sono ritrovato nella mia Bari, ma spogliato di ogni certezza e con il pensiero di mia figlia”) e ora deve ripartire: “Di me? lo, speriamo che me la cavo … Ripartirò da zero, per dare da mangiare alla mia bimba e per inseguire un sogno: quello di fare l’attore. Mi creda, io sono bravo. E sognare, sognare fino alla morte, non è reato”.