Gossip News » Primo Piano » Selvaggia Lucarelli attacca Belen Rodríguez: “Esibizionismo patologico”

Selvaggia Lucarelli attacca Belen Rodríguez: “Esibizionismo patologico”

Selvaggia Lucarelli contro Belen Rodríguez anche se stavolta la giornalista ha fornito una descrizione dettagliata della showgirl argentina. L’occasione è arrivata con la domanda che un fan le ha rivolto su Yahoo.

Belén-e-Selvaggia-744x445SELVAGGIA LUCARELLI E BELEN RODRIGUEZ

A parte che non ce l’ho mai con nessuna delle persone di cui scrivo, (ce l’ho con alcune a cui telefono , al limite) ma no, non ce l’ho affatto con Belen. E’ che come tutti i personaggi molto esposti regala a giornalisti e critici di costume un sacco di materiale su cui ricamare o fare ironia. Si fa molta più fatica a scrivere della Bellucci, che non si mostra in costume da bagno da 20 anni che di una come Belen che non si mostra con un lupetto nero da 25. Comunque, dovessi riassumere quello che penso direi che sono divisa a metà e visto che le persone che dividono sono quelle che nella comunicazione funzionano, Belen dovrebbe esserne contenta. Non mi piace come conduttrice perché la trovo debole di contenuti e mi pare che quando sia il capitano della nave la farfallina si afflosci. Mi piace molto quando ha un ruolo da comprimaria, quando fa la showgirl, quando canta e balla. Non è Mina e non è la Cuccarini, ma ha un suo carisma che non possiedono donne belle quanto e più di lei, tipo la Yespica o la Satta. Non mi piace il finto candore con cui le si aprono spacchi inguinali o con cui si sorprende se la fotografano nuda su un’isola mentre fa kamasutra col fidanzato, non mi piace il suo esibizionismo patologico, ma mi piace il suo anticonformismo in amore, il suo scegliere gli uomini non in base a ragioni di prestigio o convenienza. Potrebbe avere tutti gli uomini del globo, potrebbe esser la causa del divorzio tra Gosling e la Mendez, potrebbe scattare un selfie con Obama e fare inca**are Michelle molto più che per il ministro danese, potrebbe intortare produttori, direttori e dirigenti per lavorare come mille sciacquette della tv, ma lei alla fine s’è accattata un ragazzo più giovane, bello, di sicuro non ricco e non potente che però si sorbisce nuora e suocera senza fiatare. Come si fa, tutto sommato, a non volerle bene?”, scrive la Lucarelli.