Gossip News » Reality Show » Isola dei Famosi » Isola dei Famosi 2015, Patrizio Oliva contro tutti: tutta la verità sul complotto

Isola dei Famosi 2015, Patrizio Oliva contro tutti: tutta la verità sul complotto

Patrizio Oliva è il primo eliminato dall’Isola dei Famosi 2015. Dopo aver perso al televoto contro Valerio Scanu, l’ex puglie è tornato in Italia e, ieri sera, durante la terza puntata dell’Isola, ha attaccato i naufraghi accusandoli di aver architettato un complotto contro di lui. Oggi, Patrizio Oliva ha confermato le sue parole in un’intervista rilasciata a Blogo.

isola dei famosi patrizio olivaISOLA DEI FAMOSI: LA VERITA’ DI PATRIZIO OLIVA

Si parte dalla sua Isola dei Famosi: “E’ stata breve, mi aspettavo un’esperienza più lunga. Invece sono stato vittima di un complotto alle mie spalle, diventava difficile lottare contro un gruppo che si era unito contro di me”.

L’ex pugile è molto arrabbiato: “Sono amareggiato perché durante la settimana passata in hotel (quella fra la prima-non-puntata e la seconda, ndB) avevo fatto una proposta che era stata accettata da tutti. Ci eravamo promessi di fare un’Isola diversa dalle precedenti, un’Isola senza pettegolezzi, inciuci, cattiverie, parolacce. Io volevo dimostrare che con la lealtà si può fare spettacolo in modo piacevole. Erano tutti d’accordo, soprattutto Pierluigi Diaco. E, invece, questa promessa è stata disattesa sin dalla prima puntata quando hanno nominato me e Valerio Scanu, ovvero i nomi più forti perché, diciamoci la verità, i nomi più forti erano quelli di Valerio Scanu, Rocco Siffredi ed il mio. Se unisci tutti gli altri non fanno un personaggio famoso. Gli altri sono consapevoli di non essere molto conosciuti quindi per avere visibilità si sono uniti per eliminare i pericolosi”.

Su Pierluigi Diaco: “Lui è stato scorretto, è stato il primo a tradirmi e a pugnalarmi alle spalle. Ora fa il burattino, sta facendo il suo gioco”.

Il migliore dei naufraghi: “Rocco Siffredi è una persona seria e per bene. Ho legato con lui perché è un ragazzo molto serio. Io faccio il tifo per lui”.

Il momento più duro dell’isola: “Io non ero abituato a stare lontano dalla mia famigia. Là, per la prima volta, ho dovuto sopportare la mancanza totale della mia famiglia, è stata dura…”.