Gossip News » Attualità » Airbus: prima pagina shock de Il Giornale ridicolizza la strage

Airbus: prima pagina shock de Il Giornale ridicolizza la strage

La tragedia dell’Airbus ci ha colpito tutti. E non solo per i 150 morti, ma anche perché un gesto come quello compiuto dal co-pilota della Germanwings spaventa tanto quanto un atto di terrorismo. “Se non ci possiamo più fidare di chi pilota i nostri aerei, come potremo mai viaggiare tranquilli?” ci stiamo chiedendo in molti, nonostante sia risaputo che l’aereo sia, statisticamente, il mezzo più sicuro su cui viaggiare.

Ma come hanno trattato i media questa terribile e delicata notizia di attualità? Tra approfondimenti, interviste, editoriali e speciali, tutto ci aspettavamo tranne che una testata nazionale decidesse di fare… dell’ironia.

Stiamo parlando de Il Giornale, la cui copertina di oggi ha lasciato sotto shock buona parte degli italiani. Partiamo dai titoli che aprono i principali quotidiani italiani oggi:

Il Corriere della Sera: “La scelta del copilota: uccidere tutti”
La Repubblica: “Il mistero del pilota assassino”
La Stampa: “La strage assurda del bravo ragazzo”
Il Sole 24 Ore: “Dal Qe un punto di Pil, ma ora le riforme strutturali”
Il Messaggero: “La strage del pilota depresso”
Il Fatto Quotidiano: “Così Expo si compra i giornali”
Libero: “Criminale lui e quelli che l’han fatto volare”
Il manifesto: “L’insostenibile”“

E ora tocca a Il Giornale, che sceglie di ridicolizzare l’accaduto con un titolo da brividi: “Schettinen“.

Tra l’azzardato paragone tra Andreas Guenter Lubitz e Francesco Schettino (che per quante colpe abbia, certo non aveva intenzione di uccidere nessuno), l’indelicata presa per i fondelli linguistica nei confronti dei tedeschi e, in generale, la scelta di fare dell’ironia sulla morte di 150 persone, non sappiamo cosa sia peggio.

Un triste tentativo da parte del direttore Alessandro Sallusti di vendicarsi delle critiche ricevute dalla Germania ai tempi della tragedia della Costa Concordia? Può darsi. Ma era davvero il caso?

CBEZVSMUkAA7qt7