Gossip News » Primo Piano » Parpiglia: Raoul Bova parla dell’ex moglie mentre lei perde il padre

Parpiglia: Raoul Bova parla dell’ex moglie mentre lei perde il padre

raul-bova_650x4351Raoul Bova si è sfogato sulle pagine di Vanity Fair in una lunga intervista in cui, oltre a parlare del suo nuovo film in uscita, si è tolto quale sassolino dalla scarpa rivelando i retroscena del suo divorzio dalla moglie Chiara Giordano.

La Giordano però non ha avuto tempo, modo e – probabilmente – voglia di dire la sua sull’argomento dato che ha appena perso il padre Francesco.

A raccontare il terribile periodo che sta vivendo l’ex moglie dell’attore ci ha pensato uno dei suoi migliori amici, il giornalista Gabriele Parpiglia, sul suo profilo Instagram:

Ciao @chiarag2013 avrei evitato di scriverti oggi ma come al solito il mio ‘bel mondo’ fa dei giri assurdi e tira in mezzo nel tritacarne qualche volta persone che non c entrano niente. Come te, appunto. Sei una persona troppo bella, TROPPO PULITA. TROPPO. Lo dico da quando ti conosco, da ben prima della tua separazione, sia chiaro. Questa #photo l’abbiamo scattata pochi giorni fa mentre venivo a trovarti in ospedale. Facevamo pausa pranzo cazzeggio e provavo a farti ridere, anzi sorridere, raccontandoti le mie solite notizie stupide. Poi poco fa tuo papà è volato via e tu non puoi nemmeno piangere in pace. Domani sul rispettoso @vanityfairitalia il tuo ex ha rilasciato un’intervista dove parla dei fatti vostri su cui, io, non metto bocca e ci mancherebbe. Ma una cosa la voglio dire. Si parla di ‘guerra’ nella sua intervista. Mi chiedo amica mia: ma dato che tu non hai mai rilasciato una parola, una virgola, un’intervista, nonostante le mille richieste e nonostante la ‘vera VERITÀ’ sia piena di altre VERITÀ. Nonostante in questo momento tu stai vivendo un gravissimo lutto, dopo settimane e settimane di agonia e sofferenza per il tuo papone che chiamavi affettuosamente Highlander (settimane fatte di viaggi Roma Milano e viceversa anche in giornata per stare con i tuoi figli); nonostante tutto questo… Era necessaria un’intervista per promuovere un #film mischiando i fatti della tua vita privata con il gossip (era da tempo che non usavo questa parola)? Forse si. Nel mio mondo si. Ma nel tuo NO! Tu non te lo meriti. Tvb.

Una foto pubblicata da Gabriele Parpiglia (@gabrieleparpiglia) in data:

Luca Dini, direttore di Vanity Fair, ha chiarito che Bova non sapeva delle condizioni dell’ex suocero quando ha rilasciato l’intervista: “L’intervista sarebbe dovuta andare in edicola prima di Pasqua, alla vigilia dell’uscita del film. Proprio Bova, quando ha saputo dell’improvviso peggioramento delle condizioni di salute del padre di sua moglie – malato da molto tempo, da prima dell’inizio della «guerra» –, ci ha chiesto di ritardarne la pubblicazione. Avremmo potuto aspettare un mese, e magari finire per uscire comunque il giorno dei funerali del professor Giordano. Abbiamo aspettato una settimana, e il risultato è stata questa concomitanza. Che è stata determinata dal caso, non dalla cattiva fede. E l’avvocato Benardini De Pace, esperta conoscitrice dei meccanismi della comunicazione, saprà sicuramente riconoscere la «notiziabilità» e il valore di un’intervista realizzata con onestà e correttamente presentata, per quanto (involontariamente) intempestiva“.