Gossip News » Primo Piano » Sonia Bruganelli, moglie di Paolo Bonolis: “Mia figlia è nata con problemi di cuore, avevo paura a toccarla”

Sonia Bruganelli, moglie di Paolo Bonolis: “Mia figlia è nata con problemi di cuore, avevo paura a toccarla”

Sonia Bruganelli, moglie di Paolo Bonolis, dopo aver raccontato in un’intervista i problemi della figlia Silvia, per la prima volta ne parla in diretta tv nel corso dell’ultima puntata di Domenica In. Ai microfoni di Paola Perego, Sonia Bruganelli ha parlato del suo matrimonio con Paolo Bonolis e dei suoi figli.

sonia bruganelliSONIA BRUGANELLI E IL DRAMMA VISSUTO CON LA FIGLIA

Sonia Bruganelli comincia l’intervista parlando del matrimonio con Paolo Bonolis: “L’ho obbligato a sposarmi, non gli ho lasciato scelta. Quando lo racconto non ci credono! Lui voleva una vita serena e tranquilla e io ero gelosissima di lui. Così l’ho costretto!”.

E sulla figlia Silvia: “Quando mi sono sposata ero incinta di tre mesi. Silvia è stata l’evento che ha sconvolto la vita. All’inizio ci ha spaventato, è stata un uragano nella nostra esistenza. Quando è nata aveva un problema cardiaco e ha dovuto subire subito alcuni interventi. Durante una di queste operazioni, ci sono state delle complicazioni e lei ha riportato alcuni problemi motori. Io la vedevo così piccola con tutti quei tubicini e avveo paura persino a toccarla, ad allattarla. E poi mi sentivo in colpa per questo. Temevamo che non potesse camminare o muoversi. E invece, oggi Silvia ha 12 anni ed è una ragazzina perfettamente integrata e indipendente, quasi non ha bisogno di aiuto. E ha una vita sociale bellissima, è “fidanzata” da 6 anni! Con Paolo ha un rapporto splendido, lei non ha filtri e dice sempre quello che pensa”.

Sonia Bruganelli ha anche parlato degli altri due figli, Davide e Adele: “Davide è tenerissimo, ieri mi ha fatto ridere perché abbiamo adottato un gattino e lui ha detto: “Sono in pensiero, come farà senza la sua mamma?”. E Adele è incredibile, a 8 mesi già diceva le prime parole, a 12 parlava perfettamente e oggi sembra un’adulta. È il ritratto di Paolo”.