Gossip News » Primo Piano » Uomini e Donne: l’ex tronista Claudia Montanarini rischia 3 anni e 4 mesi di carcere

Uomini e Donne: l’ex tronista Claudia Montanarini rischia 3 anni e 4 mesi di carcere

L’ex tronista di Uomini e Donne, Claudia Montanarini, rischia 3 anni e 4 mesi di carcere per le accuse di corruzione e stalking contro la donna che aveva una relazione con il suo ex marito Daniele Pulcini.

Claudia-MontanariniUOMINI E DONNE, CLAUDIA MONTANARINI NEI GUAI

Secondo quanto riporta il Corriere della Sera in un articolo di Giulio De Santis, nel maggio del 2014 Claudia Montanarini tentò di avvicinare la donna usando frasi minacciose nei suoi confronti: “Tutti lo devono sapere, ti porto in televisione, non sai chi sono io, io sono un personaggio pubblico, devi chiedere scusa in ginocchio. Quando parli di me sciacquati la bocca con l’acqua con cui lavi i pavimenti al McDonald’s perché sei solo una poveraccia e non ti s’accatta nessuno. Pensaci prima di parlare di me perché la prossima volta ti faccio lo scalpo, famme quante denunce vuoi, tanto io c’ho i soldi per fare tre guerre e tu sei solo una p***”.

Nonostante le minacce, però, Claudia Montanarini non riuscì nell’intento di spaventare la donna al punto che decise di assoldare due poliziotti con una cifra di 15mila euro affinchè spaventassero ulteriormente la donna.

I due poliziotti fecero il lavoro ma senza risultato e oggi rischiano rispettivamente 2 anni e 4 mesi e 3 anni e 8 mesi di reclusione.

Successivamente, secondo quanto riporta il Corriere, Claudia Montanarini, non contenta, si sarebbe intrufolata sul posto di lavoro della donna e l’avrebbe aggredita.

A ottobre scorso, a Claudia Motnanarini furono imposti i domiciliari e pochi giorni dopo, Pulcini chiarì la sua posizione accusando Claudia Montanarini di averlo accoltellato perché non volesse sposarla:

Non penso di essere stato un marito perfetto. Però non ho mai messo le mani addosso a mia moglie. Mai. Se è capitato, due volte in 14 anni, è stato per cercare di difendermi dalle sue percosse. Claudia ha un carattere difficile. È una donna sanguigna. Nel bene e nel male. È sempre stata molto gelosa e aggressiva. Nel processo contro di me è emerso che lei mi ha accoltellato perché io non ero convinto di volerla sposare, che mi ha distrutto una Ferrari con un ferro da camino scrivendo sopra con una chiave “bastardo”.