Gossip News » Cinema » Nicole Kidman e Tom Cruise: fu Scientology a volere il divorzio?

Nicole Kidman e Tom Cruise: fu Scientology a volere il divorzio?

Il  regista premio Oscar Alex Gibney ne è sicuro: a causare il divorzio tra Tom Cruise e Nicole Kidman fu il credo seguito dal protagonista di Top Gun, Scientology. Gibney ha detto la sua nel documentario Going clear: Scientology e la prigione della fede.

Nel documentario, si parla della forte amicizia tra il leader di Scientology, David Miscavige, e Tom Cruise. “Miscavige e Cruise sono stati una sola persona fin dai tempi di ‘Giorni di tuono’.  Andava sul set insieme a lui, si lanciava con il paracadute con lui… stava sempre con lui. E fu allora che si innamorò di Nicole”.

Si era davvero innamorato di lei – spiega nel documentario Marty Rathbun, che fino al 2004 dirigeva molte operazioni della setta – Si sposarono e questo rappresentò un problema per la chiesa perché il padre di lei era un noto psicologo in Australia. Dal punto di vista della chiesa, lui era il nemico. Era una persona soppressiva. Dato che Nicole continua a mantenere i contatti con il padre, questo la rende pericolosa, rappresenta una fonte potenziale di guai. E dato che Tom è legato a lei, tutto questo causa guai dal punto di vista della chiesa: bisogna spezzare questa dinamica“.

Nicole si lamentava soprattutto del fatto che Tom stesse diventando sempre più simile a David, lo fece davvero allontanare dalla chiesa. Tanto che Tom non fu molto attivo in Scientology tra il ’91 e il 2001“.

75Poi, succede qualcosa. Dopo un intero anno (quello in cui Cruise e la Kidman rimasero in Inghilterra per le riprese di ‘Eyes Wide Shut’) di silenzio da parte di Tom, che interruppe tutti i contatti con Miscavige, quest’ultimo decise di intervenire.

Avevo il compito di riportarlo indietro – dichiara Marty Rathbun – dovevo favorire la rottura con Nicole Kidman. Ci sono riuscito con molte sessioni di auditing. Per ogni sessione che ho fatto a Tom Cruise (e ne ho fatte a dozzine nel corso di tre anni) dovevo scrivere rapporti dettagliati e mandarli direttamente a David Miscavige”.

Il leader della setta ascoltò per mesi tutti i dettagli sulla vita sentimentale e sessuale dell’attore. Ma perché tutto questo interesse a tenersi stretto Tom Cruise? “Miscavige voleva che tornasse qualcuno da sfruttare per attirare persone in Scientology. Io facevo anche parte del team legale – spiega Rathbun – e assumevo investigatori per indagare su Nicole. Tom voleva sapere esattamente con chi lei parlasse, quindi volle intercettarle il telefono”.

L’avvocato di Tom Cruise ha sempre negato formalmente la questione delle intercettazioni. Ma andiamo avanti con il racconto di Rathbun.

“Quando feci rapporto a Miscavige glielo dissi: ‘Vuole intercettarle il telefono!’ e lui disse ‘Dannazione, fallo subito!’. E così attraverso il consigliere di Scientology ho assunto un investigatore privato che ha installato delle cimici nella casa di lei”.

Grazie all’intervento della setta che, sempre secondo il documentario, si sarebbe spinta addirittura a mettere i figli adottivi della coppia contro la Kidman, il matrimonio tra i due divi di Hollywood andò in pezzi.

Scientology ha da subito risposto alle accuse, definendo il documentario di Alex Gibney “pieno di falsità, basato sulle testimonianze di ex membri della Chiesa ossessivi e pieni di risentimento“. Per dimostrarlo, i vertici della chiesa hanno acquistato un’intera pagina del New York Times per pubblicare un comunicato in cui si accusavano HBO e Gibney di essersi “rifiutati di fornire a Scientology, nonostante le numerose richieste, le informazioni necessarie per poter controbattere alle accuse lanciate dal film“.