Gossip News » Primo Piano » Temptation Island 2, parla Marta Krevsun: “Con Mauro Donà ci siamo accarezzati e c’è stato un approccio fisico”

Temptation Island 2, parla Marta Krevsun: “Con Mauro Donà ci siamo accarezzati e c’è stato un approccio fisico”

Continua il botta e risposta tra Marta Krevsun, Mauro Donà e Isabella Falasconi. Dopo l’ultima puntata di Temptation Island 2, Mauro Donà e Isabella Falasconi sono tornati insieme sperando di poter recuperare un rapporto che sembrava compromesso. Non sono mancate critiche nei confronti della coppia ma prima Isabella Falasconi e poi Mauro Donà hanno cercato di spiegare le rispettive ragioni. A distanza di giorni, anche la tentatrice di Temptation Island 2, Marta Krevsun, ha voluto raccontare la sua verità in un’intervista rilasciata al sito Isa e Chia.

temptation island marta isabella e mauroTEMPTATION ISLAND 2, MARTA KREVSUN: ECCO COSA E’ SUCCESSO DAVVERO CON MAURO DONA’

Tra Mauro Donà e Marta Krevsun, sin dal primo giorno di Temptation Island, si è subito creato un certo feeling al punto che in molti avrebbero scommesso sull’inizio di una loro storia d’amore. All’ultimo falò, però, tutto è cambiato: Mauro ha capito di voler stare con Isabella al punto da chiederle di sposarlo.

Marta Krevsun commenta quel momento così: “Sì, ero arrabbiatissima per l’incoerenza che mi dimostrava. Io gli avevo detto che se si sentiva in difficoltà doceva porre delle distanze tra di noi o quantomeno dirmelo. Invece lui continuava ad alimentare il rapporto che stava nascendo, sapendo bene che non si trattava di una semplice amicizia, senza preoccuparsi di ciò che potevo provare io, per poi inserire delle varianti che creavano confusione. Con me si è comportato abbastanza bene, quindi non ho nulla di cui lamentarmi, però osservavo in lui dei comportamenti contrastanti e non sono certo una persona che sta lì a guardare e aspettare. Avevo bisogno delle mie conferme anch’io e penso che lui avrebbe dovuto gestire e affrontare questa situazione da uomo. Dopo il weekend era scoppiata una discussione tra di noi, nata dal fatto che lui non avesse preso una posizione e non mi avesse comunicato le sue intenzioni, nonostante continuasse a manifestare interesse per me. Quella sera eravamo in giardino con tutti gli altri ragazzi e ho chiesto loro come avessero trascorso i loro weekend. Ho chiesto anche se si fossero incontrati con le tentatrici in camera dopo la cena e alcuni di loro dissero di sì, che avevano chiacchierato in stanza, perché tanto non c’era nulla di male. Ecco, io mi aspettavo la stessa cosa da Mauro e cioè che quella sera senza le telecamere mi dicesse come stavano davvero le cose. Davanti alle telecamere magari poteva sentirsi in difficoltà, quindi in quell’occasione avremmo potuto chiarire la situazione una volta per tutte. Lui, invece, ha evitato il dialogo con me dicendo che se fosse venuto in camera mia mi sarebbe saltato addosso. A me cambiava poco parlare in camera o in corridoio, ma non potevo permettergli di giocare fino all’ultimo e poi lasciare che le cose rimanessero in bilico in quel modo. Successivamente, è entrato nella mia stanza per parlare e ha iniziato a fare avanti e indietro per la camera dicendo ‘Ma io ti odio, io ti odio!’. Io gli ho chiesto il perché, lui mi ha abbracciato, mi ha dato un bacio sul collo, ha fatto degli apprezzamenti sul mio pigiama e anche se non c’è stato nulla di più intimo, col suo comportamento e i suoi gesti mi ha fatto capire che avrebbe voluto stare con me ma in un’altra situazione e soprattutto senza i microfoni. La sera successiva ci sarebbe dovuto essere il suo incontro con Isabella e noi giustamente prima che andasse ci siamo salutati. In quell’occasione mi ha confidato che avrebbe voluto dirmi tante cose che però non ha detto perché stavamo sempre nel villaggio, mi ha abbracciato, mi ha detto che si sarebbe iscritto a un corso di tennis così un giorno avremmo potuto giocare insieme, che non sapeva se noi ci saremmo rivisti, ma che il suo desiderio era quello di rivedermi. Mi disse anche che si sarebbe sempre ricordato di tutto quello che abbiamo vissuto insieme e ha ammesso di provare un sentimento per me, cosa che poi ha rinnegato. In quel modo era riuscito a tranquillizzarmi, perché era stato sincero con me. Lui mi aveva più volte ribadito che ero troppo per lui, che ero troppo con i miei modi di fare, perché sono una bella ragazza, giovane, che non rientrava tanto nelle sue possibilità… e questa cosa mi aveva molto fatto pensare al fuori e al fatto che in effetti tra di noi forse ci sarebbe stato solo un bel rapporto di amicizia, quindi non mi aspettavo nulla di particolare. Mi bastava la sua sincerità. Quando ho visto che non c’è stata, la cosa mi ha deluso davvero tantissimo perché ho visto in lui un’altra persona. Lui diceva che avrebbe aspettato l’incontro con Isabella prima di indicarmi le sue intenzioni, invece le cose si sono sviluppate in maniera differente perché gli hanno fatto vedere nel pinnetu il video di Isabella in lacrime. Una volta uscito da lì ha iniziato a confortarsi con i suoi amici e a quel punto io sono intervenuta perché volevo sapere cosa fosse successo. Lui mi ha raccontato e lì ha tirato fuori la storia del matrimonio… in quell’istante ho pensato che stesse scherzando, perché Mauro all’interno del vilaggio si era sempre comportato da single (e questo lo possono testimoniare anche gli altri ragazzi). Non mi ha mai parlato né di matrimonio, né di sentimenti nei confronti di Isabella, cosa che mi permetteva di comportarmi con tutta libertà, pur mantenendo un determinato rispetto, perché non sono mai andata oltre, nonostante le situazioni non siano mancate. Semplicemente rispondevo alle sue avances all’interno del villaggio e i suoi corteggiamenti di certo non mi dispiacevano, ma qualsiasi cosa è sempre stata fatta in due!”.

In molti hanno sempre pensato che tra i due ci sia stato qualcosa di più di un semplice approccio fisico. Ecco la verità di Marta: “Quella sera stavamo festeggiando, era una festa a tema, a un certo punto tutti quanti ci siamo messi a parlare, io ero seduta nel lettino vicino a Mauro, avevo un abito traforato sulla schiena e un giubbino, lui ha iniziato a massaggiarmi la schiena ed è stato il primo approccio fisico che abbiamo avuto. Successivamente ci siamo messi sotto le coperte per ripararci dall’umidità e dal freddo, ci siamo dati la mano e lui ha iniziato ad accarezzare la mia mano… poi è passato ad accarezzare la gamba e poi tutto il corpo… e diciamo che era una situazione in cui due persone si piacciono, stanno bene insieme le cose vanno avanti, tanto è vero che se guardate bene il giorno dopo lui mi chiede ‘Come è stato ieri sera?’ e io gli dico che stavo bene però non era tanto quello che ha fatto che mi ha colpito ma il modo in cui l’ha fatto, perché lui si è approcciato a me fisicamente e l’ha fatto in un modo piuttosto passionale… quei respiri che avete sentito da casa in realtà non erano per niente sbadigli! Insomma si è acceso questo desiderio e a un certo punto io avevo la mia mano appoggiata sul suo petto e ho sentito come se lui mè la spingesse verso il basso. Io non mi aspettavo una cosa del genere, quindi mi sono un attimo irrigidita e ho cambiato direzione, però ho percepito da parte sua la forza di indirizzare la mano verso il basso. In quella occasione non si è arrivati a parti intime, però si sfioravano comunque, eravamo ai confini… lui mi sfiorava e lo ha rifatto in un’altra occasione, ovvero quando abbiamo guardato il film insieme sotto le coperte il giorno prima di partire per il weekend. C’è stato un altro approccio fisico, ci siamo accarezzati, lui mi ha accarezzata e stava al limite… non si è mai arrivati a superarlo, però il desiderio c’era e c’era anche l’intenzione. La cosa che ci tengo a sottolineare non è tanto concentrarsi sui fatti, ovvero se concretamente è accaduto o meno, ma sull’intenzione… quindi capire cosa c’era nella mente di quella persona che poi si è tradotto in gestualità. Io vedo determinate cose e capisco bene quando un uomo ha un desiderio o no, lui non mi accarezzava da amica e non era un semplice passatempo… erano dei gesti di una persona che sa quello che sta facendo e lo fa in maniera piuttosto sicura, tanto è vero che io gli ho anche chiesto se magari avesse fatto quelle cose perché, dato che quella sera avevamo festeggiato, magari fosse un po’ brillo, invece lui mi ha risposto ‘No assolutamente, non è così, io l’ho voluto fare‘, ammettendo di fatto l’accaduto. Non è importante quello che succede ma il modo e l’intenzione perché tutto parte dalla mente, l’approccio fisico può fermarsi anche là. Il problema è quando l’intenzione nasce dalla mente e si traduce in un gesto. E secondo me quello è più importante dell’arrivare a fare qualcosa con una persona. Anche il fatto di non dare un bacio non vuol dire nulla, ci sono cose molto più “gravi” che sono successe tra me e lui, come quell’attrazione mentale che ammetteva di sentire”.

Nessuna replica al duro attacco di Isabella Falasconi:Ho avuto modo di leggere la vostra intervista, ma quello che ho da dirle lo farò a quattr’occhi davanti alle telecamere, se mi daranno questa possibiltà. Non mi piacciono i discorsi indiretti e le insinuazioni. Mi piace parlare in maniera diretta… c’è stata occasione nel corso dell’ultima puntata di avere un incontro con lei, un semplice confronto, che lei ha rifiutato. Io non ho problemi a espormi o ad affrontare lei o Mauro… se dovessi farlo, avverrà davanti alle telecamere”.