Gossip News » vip » Nina Moric si difende: “Non ho insultato io il ragazzo disabile, il mio Instagram è stato manomesso”

Nina Moric si difende: “Non ho insultato io il ragazzo disabile, il mio Instagram è stato manomesso”

Continua a far rumore il caso del ragazzo disabile insultato su Instagram da Nina Moric. Parole pesanti quelle scritte dall’ex modella croata nei confronti del fan che hanno scatenato furiose polemiche. Oggi, però, Nina Moric, sempre su Instagram, si difende sostenendo di non essere stata lei ad insultare il ragazzo.

nina moricNINA MORIC SI DIFENDE

“Sto leggendo adesso tutto quello che è successo, provo vergogna per chi possa aver pensato che certe parole siano uscite dalla mia bocca.. Non devo chiedere nemmeno scusa a nessuno, e per chi non mi credesse me ne farò una ragione.. Buone cose a tutti e buona vita.e comunque visto che non cambiate idea.. Sono stata io sono una strega cattiva condannatemi e mettetemi sul rogo a bruciare.. O passate su altri profili più interessanti del mio.. Non mi scuso perché sono incazzata, ho ricevuto insulti che non meritavo visto che a quell’ora dormivo beatamente.. Fottetevi veramente”, scrive Nina Moric.

Ho mandato un direct a Manuel Pecchenini, è da un po’ che avevo il sospetto che qualcuno usasse il mio account e solo ieri ho avuto la conferma. Io ho un bambino, e giuro sulla sua vita che non sono stata io, ci vuole un mostro per scrivere certe cose, io posso avere mille difetti ma non sono un mostro, ho provato a scrivere a Manuel in Direct, per fargli capire, ma lui li cancella. Mi dispiace per quello che è accaduto, ho cambiato tutti i dati di accesso. È lunedì magari se ci sono presupposti farò indagare sull’argomento. Un abbraccio a tutti in particolare a Manuel”, continua l’ex modella.

Nina Moric, poi, pubblica i messaggi che ha inviato al ragazzo e conclude: “Ragazzi questo è uno dei Direct che ho mandato a Manuel; mai ricevuto risposta! Anzi li cancella. Credete sia giusto? Lui proprio come la Lucarelli in fondo mi ha lasciata nella cacca… Io e lui siamo vittime in queste triste storia… Un po’ di solidarietà poteva starci. Ognuno è libero di far ciò che vuole, e se mi permetto di criticarlo è proprio perché credo che Manuel meriti di essere trattato alla pari di una persona normodotata… Facciamo tutti un esame di coscienza e smettiamola di parlare per partito preso”.

nina moric1