Gossip News » Primo Piano » Avanti Un Altro, il mimo Simone Barbato escluso: “Non me ne capacito”

Avanti Un Altro, il mimo Simone Barbato escluso: “Non me ne capacito”

Avanti-un-altro-Paolo-Bonolis-Canale-5-Prima-Puntata-foto-17Abbiamo conosciuto il mimo Simone Barbato grazie a Zelig, lo abbiamo applaudito a Italia’s Got Talent dove ha esibito anche le sue qualità canore, e siamo stati ben felici di ritrovarlo anche ad Avanti Un Altro, nelle vesti, appunto, del Mimo.

Quest’anno però Simone Barbato non ha ricevuto nessuna chiamata dalla redazione di Avanti Un Altro, e la nuova stagione sta ormai per partire (la prima puntata andrà in onda il 21 settembre come sempre su Canale 5). Il personaggio del Mimo è previsto anche per questa edizione del quiz show ma a interpretarlo, quest’anno, sarà Luca Laurenti.

Dall’ultima puntata dello scorso anno, nessuno si è rifatto vivo – ha rivelato Simone Barbato a Blogo Ho chiesto di poter intervenire anche durante questa stagione ma mi è stato detto che non rientravo più fra i loro progetti. A me dispiace, soprattutto per le persone che mi fermano per strada. Mi dispiace per i bambini e le famiglie che mi chiedono: ‘quando ti rivediamo?’. È un senso di impotenza“.

La sostituzione, poi, è stata un vero colpo al cuore: “Non è una bella cosa. La gente era affezionata al mio personaggio ed io ero affezionato a tutta la squadra, anzi famiglia, di Avanti un altro. Ero lì sin dalla prima edizione andata in onda nel 2011. Non mi sarei mai aspettato una cosa del genere, non riesco a capacitarmi. Io sono rimasto rammaricato più che altro a livello umano“.

Simone non ha intenzione di mollare, e piuttosto che piangersi addosso ha deciso di tentare la fortuna all’estero: “Qui, in Italia, ci sono troppi vincoli. Vanno avanti solo i raccomandati e coloro che hanno conoscenze o amicizie particolari. Io parto dalla provincia di Alessandra, dalle vigne e degli animali. Quando uno parte dai campi è più difficile affermarsi… Senza conoscenze non vai avanti. Mi è sempre sembrato che vogliano tarpare le ali alla gente di talento“.