Gossip News » Primo Piano » Valentina Dallari testimonial dell’Arcigay: realizza video e raccoglie fondi, fans in rivolta. Ecco perché

Valentina Dallari testimonial dell’Arcigay: realizza video e raccoglie fondi, fans in rivolta. Ecco perché

Valentina Dallari al centro delle polemiche. L’ex tronista di Uomini e Donne ha scatenato la furia dei fans dopo che, sui social, attraverso un video, ha annunciato di aver dato il via ad un’iniziativa di beneficienza per raccogliere fondi a favore dell’Arcigay.

valentina-dallariVALENTINA DALLARI, FANS FURIOSI CON L’EX TRONISTA

Ciao ragazzi! Da oggi potete richiedermi video messaggi di auguri o saluto su Greetzly! Il ricavato sarà devoluto in beneficenza a @Arcigay!”, ha scritto Valentina Dallari sui social.

La reazione dei fans è stata immediata e fuoriosa nei confronti dell’ex tronista. Ecco i commenti più duri:

Veramente assurdo con tutte le associazioni che hanno bisogno di aiuto per situazioni gravi come povertà, mancanza di una casa o di beni di prima necessità, questa fa beneficenza per i gay? Per carità nulla contro di loro anzi, ma non credo che abbiano bisogno di soldi…hanno bisogno di rispetto perché non fanno nulla di male e di essere accettati per quello che sono ma Arcigay che se ne fa dei soldi? Per organizzare parate con gli uomini travestiti da donne che sfilano? (Che non sono mai servite e mai serviranno fra l’altro). Ma donate alla gente che muore di fame e non ha un posto dove vivere”.

Donazione minima 10€! E il bello è che c’è scritto donazione libera. Metti 2€ e ti esce donazione minima 10€! Voi siete pazzi! Dateli ai bambini che muoiono di fame”.

Pagare per un tuo video messaggio, Valentina fai sul serio? Sei una ragazza normalissima che ha semplicemente partecipato a Uomini e donne… Ma soprattutto dopo aver devoluto il ricavato all’arcigay, in quale modo si dovrebbe sconfiggere la discriminazione sessuale, visto che è frutto dell’ignoranza e della chiusura mentale delle persone? Proprio è un gesto senza capo né coda, a mio modesto parere. Le donazione dovrebbero essere fatte ad enti di un altro tipo, magari che si occupano di ricerca contro malattie rare, la Caritas, l’Unicef, le associazioni per la salvaguardia dell’ambiente e della fauna in via di estinzione, non per l’arcigay. Non voglio fare della polemica, ma veramente sono basita dalle tue parole”.