Gossip News » Primo Piano » Myriam Catania: “Gli altri uomini? Non tradirò mai Luca Argentero”

Myriam Catania: “Gli altri uomini? Non tradirò mai Luca Argentero”

Dopo il duro sfogo di Luca Argentero per le foto in cui Myriam Catania era in compagnia di un altro uomo, a smentire qualsiasi tradimento è la stessa Myriam Catania in una lunga intervista rilasciata ai microfoni di Vanity Fair.

myriam cataniaMYRIAM CATANIA: NESSUN TRADIMENTO CONTRO LUCA ARGENTERO

Do molto amore, calore, non tutti lo sanno capire, ricevere. Non riesco a trattenermi e vengo fraintesa. La sensualità è la mia arma preferita, fin da piccola gioco con il corpo e lo sguardo. Crescendo mi sono ispirata a mia madre Rossella e alla sua gemella, Simona Izzo. A lei somiglio tanto, solo in versione più maschiaccio”, dice Myriam Catania.

Sul rapporto con Luca Argentero: “Con Luca ci ha legato fin dal primo incontro una chimica sessuale molto forte: alla prova costumi della fiction in cui ci siamo conosciuti, Carabinieri, mi è subito entrato dentro, guardandomi dallo specchio mentre mi stavano truccando. Quindi non ho quel tipo di bisogno. C’è poco da inventare e la sintonia vien da sé, quando le proprie fantasie si incastrano con quelle dell’altro”.

Tanti impegni per la coppia: “Se una crisi viviamo ancora, noi due, è davvero quella di dover fare troppe cose altrove. Non si è dato tregua per due anni e sì, ci siamo divisi. Sommerso di proposte cui si dedicava in toto, ha tolto tempo a noi. Lui è il solo con cui riesco veramente ad aprirmi, a confrontarmi. Quando non c’è, mi mancano la sua presenza e la sua attenzione: sono insostituibili, nessun altro me le può dare”.

Myriam Catania è convinta che invecchierà accanto al marito con il quale spera di avere presto dei figli: “Penso che più invecchieremo, più potremo guardarci indietro e sorridere. Il calore lo darà la famiglia. I figli che si sono voluti e avuti, se ci sarà andata bene. Se lo pianifichi, non succede. Quando lo avevamo deciso, non è venuto. Sembro a posto, sana. Per questo vorrei venisse da sé. Se non ci riuscissimo mi convincerò a congelare gli ovuli. Tornassi indietro un figlio lo farei a vent’anni”.